18 ottobre 2018
Aggiornato 14:00

Fallito il colpo di Stato in Burundi

Il tentativo di rovesciare il presidente del Burundi Pierre Nkurunziza si è chiuso con un fallimento e i leader della rivolta sono stati arrestati o sono in fuga dalle truppe lealiste. Il Presidente Nkurinziza, tornato in patria, parlerà al Paese.

L'ultimatum della Chiesa Cattolica in Burundi per il rinvio del voto

La chiesa cattolica del Burundi ha chiesto al presidente Pierre Nkurunziza di rinviare le elezioni presidenziali e di consentire a radio e televisioni indipendenti di riprendere le trasmissioni entro domenica prossima, 17 maggio; in caso contrario la chiesa chiederà agli esponenti cattolici della Commissione elettorale di lasciare l'incarico.

In Burundi, condizioni inadatte a votare

L'attuale situazione in Burundi "non è favorevole" alla tenuta delle elezioni. Lo ha dichiarato oggi il presidente della Commissione dell'Unione africana (Ua), Nkosazana Dlamini-Zuma, in un'intervista rilasciata alla televisione cinese CCTV. Nel Paese erano previste per il 26 maggio le elezioni legislative e per il 26 giugno quelle presidenziali.

35.000 persone in fuga dal Burundi

L'Alto commissario Onu per i rifugiati, Antonio Guterres, ha espresso oggi "profonda preoccupazione" per la crisi politica in atto in Burundi, che ha spinto finora almeno 35.000 persone ad abbandonare le proprie case e a cercare rifugio nei vicini Ruanda, Tanzania e Repubblica democratica del Congo.

Burundi, nove feriti negli scontri con la polizia

Nove manifestanti sono rimasti feriti oggi in nuovi scontri con le forze dell'ordine a Bujumbura, nel giorno in cui il governo ha ordinato la chiusura degli alloggi per gli studenti universitari con l'obiettivo, secondo gli studenti, di evitare nuove proteste contro la candidatura del presidente uscente Pierre Nkurunziza a un terzo mandato.

Burundi, continua la guerra delle manifestazioni

La polizia del Burundi ha disperso questa mattina un migliaio di persone scese nuovamente in piazza per contestare la candidatura del capo dello Stato uscente, Pierre Nkurunziza, alle presidenziali di giugno. Ieri almeno due persone sono rimaste uccise durante le manifestazioni, disperse dalla polizia.

Spadoni: siamo stati Charlie, ora dobbiamo essere Rugurika

La deputata cinque stelle Maria Edera Spadoni ha interrogato il Ministero degli Esteri a proposito del caso di Bob Rugurika, giornalista del Burundi che rischia il carcere per la sua inchiesta sulle tre suore italiane uccise lo scorso settembre. E che sarebbero state, secondo lui, testimoni scomodi dell'esistenza di traffici illeciti e truppe paramilitari.