19 agosto 2019
Aggiornato 00:00
Turchia | Politica

Erdogan rieletto alla guida del partito al potere Akp

Il presidente turco succede così al suo Primo ministro, Binali Yildirim, che guidava il partito dal 2016. Erdogan ha vinto il 16 aprile un referendum su una revisione costituzionale che estende ampiamente i suoi poteri con il 51,41% dei voti.

Doppio attentato a Istanbul

Erdogan: «Lotteremo fino in fondo contro il terrorismo»

Lo ha dichiarato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, in una conferenza stampa tenuta all'indomani del doppio attentato avvenuto ad Istanbul e costato la vita ad almeno 38 persone.

Resa dei conti dopo il golpe fallito

Turchia, Erdogan esorta la gente a «restare in strada»

Scatta l'ora della resa dei conti, già sanguinosa, mentre il Governo turco dichiara definitivamente fallito il tentativo di golpe. Ma il presidente Recep Tayyip Erdogan esorta la popolazione a presidiare le strade, evocando la possibilità di un colpo di coda dei rivoltosi.

Diretta tv

Fallito colpo di Stato in Turchia, il video della riunione straordinaria del Parlamento

Il Parlamento turco si è riunito in sessione straordinaria questa mattina ad Ankara dopo il tentativo di golpe della notte, che ha visto la sede dell'assemblea dei deputati colpita da raid aerei. La riunione è ritrasmessa in diretta dalla televisione. Il palazzo, bersaglio dei soldati ribelli, ha subito danni ingenti.

Turchia

Tentato colpo di Stato in Turchia, il volo a bassa quota dei caccia F16

I caccia f-16 turchi hanno sorvolato le città a bassissima quota, durante il tentativo fallito di golpe militare per rovesciare il governo di Recep Tayyip Erdogan. Fonti locali parlano anche di alcune bombe sganciate nei pressi del palazzo presidenziale.

Tentato colpo di Stato in Turchia

Erdogan ancora in sella: «Golpisti come terroristi»

Con una sequenza di eventi inattesi, drammatici, sanguinosi, susseguitisi per tutta la notte, l'esito della lotta per il potere sembra deciso: il presidente Recep Tayyip Erdogan e il suo governo restano in sella, i militari hanno fallito. Intanto il presidente turco punta il dito contro il potente imam Gulen.

Tentativo di colpo di Stato

Turchia, si arrendono 200 soldati «ribelli»

Intanto un totale di 1.563 militari sono stati arrestati in tutta la Turchia, secondo quanto riferito da un responsabile turco, mentre nelle prime ore di questa mattina il premier turco aveva nominato un nuovo capo di stato maggiore, generale Umit Dundar.

Dopo il tentativo di colpo di Stato

Turchia, appelli alla calma dal mondo intero

Il Presidente americano Obama: «Evitare violenza e spargimento di sangue». Il Ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha invitato i turchi a «evitare lo scontro mortale» e ha chiesto che i problemi della Turchia siano «risolti in conformità con la Costituzione».

Premier nomina nuovo capo delle Forze Armate

Tentato colpo di Stato in Turchia: almeno 60 morti, 336 arresti

Le forze di sicurezza hanno proceduto all'arresto di 336 persone, per la gran parte militari e alcuni colonnelli. Intanto dagli Stati uniti dove risiede, il predicatore Fethullah Gulen, nemico giurato del presidente turco Erdogan, ha condannato il tentato golpe in Turchia «nei termini più forti».

Ore drammatiche

Turchia, golpe contro Erdogan: scontri tra cittadini e militari

Il capo dello Stato era fuori Ankara - a Bodrum con la famiglia, secondo fonti mediatiche - quando gli alti gradi dell'esercito (un gruppo «minoritario», a suo avviso) hanno annunciato il suo spodestamento.

La questione siriana continua a complicare la situazione

L'arduo gioco diplomatico turco per ampliare cerchio alleanze

Dopo i passi di riconciliazione avviati con Israele e Russia è ora il turno della Siria. Ma le affermazioni contradditorie del primo ministro turco Binali Yildirim non sembrano ancora indicare una rotta così chiara. Il nodo ricade sempre nella figura del presidente siriano Bashar al-Assad, demonizzato per anni dal presidente Recep Tayyip Erdogan.

Iniziativa non nuova

La Turchia all'attacco di Google

Il ministro delle Comunicazioni turco Binali Yildirim ha accusato l'azienda di avercela con la Turchia e di eludere le tasse