24 gennaio 2020
Aggiornato 06:00
Elezioni

Polonia, vincono i sovranisti di Kaczynski

Il partito Diritto e Giustizia conquista il 43,6% dei consensi e grazie al premio di maggioranza, otterrebbe 239 dei 460 seggi della camera bassa

La decisione del premier Szydlo

Dopo Bruxelles la Polonia dice stop ai migranti

Varsavia non sta a guardare e ha deciso di fermare, almeno per ora, i rifugiati provenienti da altri Paesi in base al piano di ripartizione dell'Ue

Dossier su piccola porzione della Slesia ancora da dirimere

Polonia e Repubblica Ceca, ancora aperta disputa territoriale

Un'annosa questione sulla ridefinizione dei confini fra Repubblica ceca e Polonia - con Varsavia che chiede la restituzione di 368 ettari di terreno - rischia di avvelenare i rapporti fra i due paesi.

Domenica gli elettori polacchi votano per il rinnovo di Camera e Senato

Polonia al voto, conservatori favoriti

Secondo i sondaggi la coalizione di destra, guidata dal Pis dovrebbe raggiungere il 36% delle preferenze alla Camera dove si vota con il sistema proporzionale (460 deputati), con un notevole distacco dai liberali di Piattaforma civiva (PO) del premier uscente Ewa Kopacz, quasi 14 punti percentuale

Dopo le elezioni polacche e spagnole

L'irresistibile ascesa degli euroscettici

Polonia e Spagna: gli ultimi Stati espugnati dagli euroscettici. La vittoria dell'ultranazionalista Duda è un segnale chiaro: un nuovo fronte di indignati anti-establishment, anti-casta e, soprattutto, anti-Europa, delusi dalla politica nazionale ed europea fa tremare, da Nord a Sud, il Vecchio Continente

Cauto con la Germania, può convenire a Putin

Polonia, cosa cambia per l'Europa con l'elezione di Duda

Vincitore a sorpresa delle presidenziali in Polonia, il 43enne Andrzej Duda suscita timori a Bruxelles per la retorica (moderatamente) anti-Ue usata durante la campagna elettorale e ancora più allarma Berlino, dove si teme la rottura del consolidato asse con Varsavia.

Elezioni, prevale l'ultranazionalista

Polonia, vince il conservatore euroscettico Duda

Il conservatore Andrzej Duda è stato eletto domenica presidente della Polonia, con il 52 per cento dei voti, battendo il capo dello stato uscente - di centrodestra - Bronislaw Komorowski, fermatosi al 48 per cento.

Il Premier Tusk cerca la conferma

Polonia, seggi aperti aperti per il Parlamento

Grande favorita per la vittoria, stando agli ultimi sondaggi, e la Piattaforma Civica del primo ministro Donald Tusk. Si vota fino alle 21. Affluenza decisiva per la sfida di Kaczynski