21 ottobre 2020
Aggiornato 03:00
Formula 1

Bottas: «La Mercedes non sta considerando Vettel»

Il finlandese in Mercedes dal 2017 sempre con contratti annuali, ha ottenuto con la scuderia tedesca 7 vittorie e 11 pole position in tre campionati. Hamilton: «Razzismo? Molta strada ancora da fare»

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas ANSA

«Ogni anno è la stessa cosa. Trovo divertente che anche senza aver disputato una gara, ci sia gente che vuole il mio sedile. Mi fa ridere, ma non sento alcuna pressione. Ho chiari i miei obiettivi per questa stagione». Valtteri Bottas non ha paura della possibile concorrenza di Sebastian Vettel in uscita dalla Ferrari.

«Con Mercedes - dice a a 'Sky F1 Vodcast' - siamo sempre stati molto onesti sulle situazioni contrattuali e ho ricevuto un chiaro messaggio che non stanno considerando Vettel. Quindi posso stare tranquillo e non preoccuparmi di questo». Bottas, in Mercedes dal 2017 sempre con contratti annuali, ha ottenuto con la scuderia tedesca 7 vittorie e 11 pole position in tre campionati, aiutando la squadra a conquistare il Mondiale costruttori.

Hamilton: «Razzismo? Molta strada ancora da fare»

Lewis Hamilton torna ad essere un leader contro il razzismo. «In queste ultime settimane abbiamo visto il mondo aprire gli occhi sulla realtà del razzismo - ha scritto sulla sua pagina Instagram - Le persone in ogni luogo del mondo si sono unite e stanno facendo sentire la loro voce nella battaglia per l'eguaglianza razziale e contro la brutalità della polizia e la supremazia dei bianchi».

«Abbiamo ancora molta strada da fare per affrontare questo problema, ma voglio prendere un momento per apprezzare i passi avanti che sono stati fatti finora come risultato delle nostre azioni collettive e delle nostre voci», osserva il campione del mondo di Formula 1, che oggi torna per la prima volta in pista dopo il lungo stop causato dalla pandemia.