11 agosto 2020
Aggiornato 12:00
Formula 1

Sebastian Vettel scalda i motori: «Non vedo l'ora di tornare a correre, ma sarà dura senza i tifosi»

Il tedesco della Ferrari: «Bello provare al Mugello ma correre è un'altra cosa. L'Austria è un posto che mi piace, un circuito che mi piace. Quindi, sì, è bello sapere che finalmente ci è permesso di tornare»

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel ANSA

«Non vedo l'ora di tornare a correre ovviamente, perché stiamo aspettando da un bel po' di tempo. Provare al Mugello è stato bello, ma tornare a correre è tutta un'altra cosa». Così Sebastian Vettel in un video del team Ferrari a una settimana dal via della stagione del Mondiale di Formula 1 con la prima gara al Red Bull Ring di Spielberg in Austria.

«Non vediamo l'ora di tornare in pista. A competere con gli avversari. L'Austria è un posto che mi piace, un circuito che mi piace. Quindi, sì, è bello sapere che finalmente ci è permesso di tornare» aggiunge il quattro volte campione del mondo che sulla novità di dover gareggiare con i circuiti chiusi al pubblico per via del Coronavirus Covid-19, aggiunge: «Ci mancheranno i tifosi; penso che correre senza di loro non sia lo stesso».

Il 13 settembre la Formula 1 al Mugello

Ormai manca solo l'ufficialità che potrebbe arrivare lunedì con la possibile pubblicazione della seconda parte del calendario di F1 2020. Il 13 settembre di disputerà al Mugello la seconda gara italiana del Mondiale di Formula1 che partirà il weekend del 3-5 luglio a Spielberg con il GP d'Austria. L'appuntamento del Mugello, che si chiamerà Gp di Toscana, seguirà il Gp di Monza del 4-6 settembre e festeggerà il 1000esimo Gran Premio della Ferrari.

L'impianto che è di proprietà del marchio del Cavallino, infatti, ha ricevuto il pieno supporto della Regione. La Ferrari ha avuto l'opportunità di girare con una SF71H sul suo impianto martedì scorso per allenare i piloti, Charles Leclerc e Sebastian Vettel, dopo la lunga sosta dovuta al lockdown, provando i protocolli di sicurezza anti-virus che entreranno in azione in Austria.

Verrà definito un protocollo tra Regione Toscana, Comune di Scarperia e quello di Firenze città metropolitana con l'Autodromo del Mugello grazie al quale verrà concesso un contributo economico grazie al quale si copriranno almeno in parte i costi organizzativi del nono GP di questa stana stagione 2020 che ancora deve cominciare dopo i devastanti effetti della pandemia causata dal COVID-19. La gara, come tutte le altre in calendario, si disputerà a porte chiuse.