22 ottobre 2020
Aggiornato 08:00
Tennis

Australian Open, avanzano Federer e Raonic

Il giustiziere di Fognini, lo statunitense Sandgren se la vedrà contro Roger Federer che ha regolato in quattro set l'ungherese Fucsovics (4-6, 6-1, 6-2, 6-2)

Roger Federer
Roger Federer ANSA

MELBOURNE - Milos Raonic era il simbolo di una generazione che aveva fallito, era anche un po' sparito dalla circolazione, parlando di tennis di vertice: oggi a Melbourne è stato il primo a qualificarsi per i quarti di finale degli Australian Open 2020, abbattendo un altro gigante, il croato Marin Cilic, sotto una gragnuola di ace. Ne ha sparati ben 35 mentre si aggiudicava l'incontro in tre soli set: 64 63 75. Affronterà Novak Djokovic che ha disposto dell'argentino Diego Schwartzman in tre set senza scossoni (6-3 6-4 6.4). Il giustiziere di Fognini, lo statunitense Sandgren se la vedrà contro Roger Federer che ha regolato in quattro set l'ungherese Fucsovics (4-6, 6-1, 6-2, 6-2).

In campo femminile passa Petra Kvitova: tre set combattuti 6-7 6-3 6-2 contro la mai doma greca Maria Sakkari. Non vedremo più invece la frizzante quindicenne Cori Gauff. Il suo sogno di riempire subito il vuoto lasciato da Serena Williams si è infranto contro un'altra giovane statunitense davvero tosta: Sofia Kenin. 6-7 6-3 6-0 il punteggio finale. Sofia Kenin si giocherà un posto in semifinale con la tunisina Ons Jabeur, capace di superare in due set (7-6 6-1) la cinese Qiang Wang, artefice due giorni fa dell'eliminazione di Serena Williams. Ultima qualificata l'australiana Barty: 6-3, 1-6, 6-4 alla statunitense Riske.

Fognini fermato da Sandgren n. 100 Atp

Sfumano per Fabio Fognini i primi quarti di finale agli Australian Open. Il 32enne di Arma di Taggia, numero 12 del ranking mondiale e del tabellone, in quello che era il suo settimo ottavo a livello di Major, ha ceduto in quattro set allo statunitense Tennys Sandgren, numero 100 Atp: 76(5) 75 67(2) 64 il punteggio, dopo tre ore e 27 minuti di lotta, in favore del 28enne di Gallatin, nel Tennessee, che eguaglia così il risultato ottenuto due anni fa nello Slam Down Under.

L'americano, che al secondo turno aveva eliminato in cinque set anche Matteo Berrettini, numero 8 Atp e del seeding, ha così confermato il successo colto lo scorso anno al terzo turno sull'erba di Wimbledon, portando sul 2-2 il bilancio dei confronti diretti con il tennista ligure.

Per Fognini - alla tredicesima partecipazione al Major Aussie - restano dunque gli ottavi, raggiunti anche nel 2014 e nel 2018, il miglior risultato in singolare a Melbourne, mentre in doppio vanta uno storico titolo conquistato nel 2015 in coppia con Simone Bolelli. Nella storia di questo torneo sono tre gli italiani ad aver raggiunto i quarti di finale: nel 1935 Giorgio De Stefani, nel 1957 Nicola Pietrangeli e nel 1991 Cristiano Caratti, unico azzurro a riuscire in tale impresa nell'Era Open.

Giorgi eliminata, passa ancora la Kerber

Ha giocato benissimo per un set e mezzo ma non è bastato a Camila Giorgi per sfatare il tabù terzo turno a Melbourne. Nel match che nella notte italiana ha aperto il programma sulla Margaret Court Arena la 28enne marchigiana ha ceduto per 62 67(4) 63, dopo una battaglia di due ore ed otto minuti, alla tedesca Angelique Kerber, vincitrice degli Australian Open nel 2016.