15 ottobre 2019
Aggiornato 13:00

Misano, capolavoro di Marquez: Quartararo battuto nel finale. 4° Rossi

Terzo senza troppi patemi Vinales, che precede Rossi e Morbidelli. Quattro Yamaha seguono dunque Marquez. Sesto posto Dovizioso

Marc Marquez su Honda HRC
Marc Marquez su Honda HRC ANSA

MISANO - Capolavoro di Marc Marquez che vince il Gran Premio della Repubblica di San Marino e della Riviera di Rimini con una staccata da urlo all'ultima curva. Il pluricampione del mondo supera un volitivo Fabio Quartararo in un giro finale al cardiopalma, con il pilota spagnolo che «alla Quercia» sfoggia una staccata superlativa per bruciare il rivale, autore comunque di una grande prova. Terzo senza troppi patemi Maverick Vinales, che precede il compagno di squadra Valentino Rossi e Franco Morbidelli. Quattro Yamaha seguono dunque Marquez. Andrea Dovizioso raggiunge l'obiettivo massimo possibile: sesto posto.

Marquez: «Fabio è il vincitore morale della giornata»

«Onestamente sapevo che non era necessario vincere, ma ieri ho avuto una motivazione ulteriore e una spinta in più per la gara, sia perché dopo aver perso due GP di fila un po' ti brucia, sia perché quello che è successo in qualifica mi ha caricato, ma il miglior modo di parlare è in pista». Marc Marquez sprizza una gioia mista a rabbia per il successo di Misano, colto con un gran sorpasso all'ultimo giro su Quartararo. «Ho cercato di stare lì con Quartararo, mi sono chiesto se provarci o no e alla fine ci ho provato: lui era il più veloce nel settore 3 e quindi ho cercato di superarlo prima, poi ho chiuso bene le curve e usato intelligenza. Fabio è il vincitore morale della giornata, l'anno prossimo sarà un rivale per il titolo, ma oggi ho pensato solo al GP, non al mondiale. È molto bello vincere qui e ancora di più andarmene con 93 punti di vantaggi».

Quartararo secondo ma felice: «Gran gara»

Gran secondo posto per il francese Quartararo che, nonostante il sorpasso all'ultimo giro, è comunque felice: «È stata una gara difficile, ho dato il 100% e abbiamo fatto un'ottima gara - dice il francese della Yamaha Petronas -. Marc per due volte di fila ha perso all'ultimo giro e oggi è toccato a me, ma me la sono giocata con lui fino alla fine: è stato il miglior momento nella mia carriera quello di lottare con un pluricampione. Spero di ritrovarmi presto in questa posizione, lui aveva un gran motore e nel finale anche più gomma e quindi più grip, ma è stata una grande lotta: alla fine ho provato a replicare, ma non avevo margine. Io anti Marquez? Dobbiamo pensare che io sono un rookie e che non ho fatto errori in 27 giri tiratissimi: lavoriamo per l'anno prossimo».

Rossi: «Marquez? Andava forte anche prima»

Quarto posto amaro per Valentino Rossi sulla pista di Misano. «Speravo di poter lottare per il podio, sarebbe stato bello davanti a questa gente, ma la gara è andata come aspettavo - dice il dottore a fine gara -. Forse mi aspettavo qualcosa più da Viñales e meno da Quartararo, ma loro erano più forti. Negli ultimi 3-4 giri il mio passo era buono e vicino ai primi, ma anche senza la Ktm che ho avuto davanti sarebbe stato difficile stare vicini a Maverick. Dalla ripresa del mondiale va meglio, ma questo è il nostro potenziale, le altre Yamaha riescono ad aprire il gas prima di me e scivolano di meno: è lì che devo crescere. Il 4° posto ci può stare, ma il distacco non va». Poi l'esultanza di Marquez, legata alla carica delle scintille della qualifica: «Motivazione extra per Marc? Mi pare andasse forte pure prima...Io credo che Marquez fosse molto contento perché aveva battuto nel finale Quartararo, che sarà un rivale tosto».