13 dicembre 2018
Aggiornato 05:00

Juventus: Allegri ed un orizzonte più sereno

Dopo le paure del fine settimana il tecnico bianconero ritrova qualche pezzo importante del suo organico in vista dei prossimi impegni
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus (ANSA)

TORINO - Incrociando le dita pensando alle ultime partite delle nazionali in programma in questi giorni, Massimiliano Allegri torna a vedere un po’ di luce che si faceva sempre più piccola in fondo al tunnel degli infortuni della sua Juventus e più in particolare del suo reparto di centrocampo, bersagliato dai guai fisici. In vista delle prossime gare di campionato e Coppa dei Campioni contro Spal e Valencia, infatti, il tecnico livornese può iniziare a sorridere perché vicinissimi ad un pieno recupero sono un paio di elementi che rischiavano seriamente fino a ieri di rimanere ancora fuori dalla lista dei convocati e che tornano invece a pieno regime agli ordini di Allegri che potrà con tutta probabilità contare su di loro già dalla sfida di sabato pomeriggio (inizio ore 18) dello Juventus Stadium contro la Spal di Semplici.

OTTIMISMO - Le notizie positive arrivano in particolar modo da Federico Bernardeschi che ha svolto sì lavoro personalizzato in palestra per recuperare dal problema agli adduttori che lo ha obbligato ad abbandonare il ritiro della Nazionale, ma che sembra avviato verso una guarigione completa che lo porterà quasi certamente a far parte dei convocati per sabato e di conseguenza anche per la gara di coppa. Cauto ottimismo anche per Emre Can che si è rivisto finalmente al centro di allenamento per programmare il piano di recupero dopo l’operazione al nodulo trovato alla tiroide e che ha causato perdita del tono muscolare e diverse settimane (che diventeranno mesi) di sosta forzata.

PJANIC E KHEDIRA - Da valutare, infine, le condizioni di Miralem Pjanic (sofferente a causa di un affaticamento muscolare rimediato nella gara della Bosnia contro l’Austria) e Sami Khedira (ko per una distorsione alla caviglia): entrambi vengono monitorati quotidianamente, ma l’impressione è che non verranno rischiati nelle due partite che attendono la Juventus nell’immediato e che torneranno a disposizione di Allegri per l’inizio di dicembre.