16 dicembre 2018
Aggiornato 11:30

Milan: due nuove idee per la difesa

A gennaio i rossoneri torneranno sul mercato vista l'ecatombe di calciatori nella propria retroguardia. I nomi sul taccuino della dirigenza aumentano

Mehdi Benatia: il marocchino è solo una delle ipotesi per rinforzare la difesa del Milan
Mehdi Benatia: il marocchino è solo una delle ipotesi per rinforzare la difesa del Milan (ANSA)

MILANO - Il Milan ed il calciomercato invernale: strano ma vero, eppure la sessione di gennaio della campagna acquisti sarà per i rossoneri forse più importante di quella estiva, perchè l'organico di Gennaro Gattuso è stato scombussolato e indebolito da una serie di infortuni che stanno inevitabilmente complicando i piani dell'allenatore calabrese. In difesa, ad esempio, da qui a gennaio Gattuso potrà contare sui soli Romagnoli e Zapata come centrali, visti gli infortuni di Caldara e Musacchio, con le ipotesi di dover adattare Rodriguez o Kessie (che ha ricoperto il ruolo di difensore al Cesena in serie B qualche anno fa), motivo per cui a gennaio la dirigenza milanista dovrà per forza di cose mettere mano al reparto per fornire numericamente e qualitativamente al tecnico almeno un rinforzo.

LA LISTA - Alcuni dei potenziali acquisti per la difesa rossonera sono stati già fatti: il brasiliano Rodrigo Caio (ex grande promessa del San Paolo ma reduce da una stagione in chiaroscuro) e lo juventino Benatia (che difficilmente però lascerà Torino a gennaio), mentre altri sono usciti nelle ultime ore, come l'esperto Gary Cahill del Chelsea (poco utilizzato da Sarri ed in scadenza di contratto il prossimo 30 giugno) o Martin Caceres che è in rotta con la Lazio nonostante le smentite ufficiali, poichè non contento dello scarsissimo impiego riservatogli da Simone Inzaghi. L'uruguaiano, già in passato vicino al Milan, potrebbe essere la soluzione migliore al prezzo più basso per tamponare un'emorragia difensiva che rischia di dissanguare lentamente una squadra alla disperata ricerca di risultati importanti dopo anni di delusioni.