16 dicembre 2018
Aggiornato 08:30

Verso Milan-Betis: le novità di formazione

Contro gli spagnoli i rossoneri possono ipotecare il passaggio del turno, mentre Gattuso si gioca forse molto di più

Il Milan si appresta ad affrontare il Betis Siviglia a San Siro
Il Milan si appresta ad affrontare il Betis Siviglia a San Siro (ANSA)

MILANO - Milan-Betis, terza partita del girone di qualificazione di Coppa Uefa, inizio ore 18:55, stadio San Siro di Milano. I rossoneri possono centrare la terza vittoria in altrettante gare europee stagionali, mettendo così in cassaforte la qualificazione ai sedicesimi di finale, mentre Gennaro Gattuso si gioca qualcosa in più, probabilmente una parziale riabilitazione dopo la sconfitta nel derby contro l'Inter di domenica scorsa che tanti mugugni, polemiche e critiche il tecnico milanista si è tirato contro.

MALUMORI - Quale occasione migliore per l'allenatore calabrese quella di una gara alla portata della sua squadra per ricacciare indietro almeno qualcuno dei malumori che lo sta accompagnando nelle ultime 72 ore? La reazione della squadra rossonera dovrà essere convincente, sia dal punto di vista tattico che carismatico, provando a far dimenticare almeno parzialmente il colpo di testa di Mauro Icardi che ha condannato i rossoneri al 92' della stracittadina milanese.

FORMAZIONE - Venti i convocati di Gattuso per la sfida di coppa contro i biancoverdi spagnoli: fra questi non figurano Abate, Calhaloglu e Musacchio, motivo per il quale gli undici a scendere in campo dal primo minuto saranno molto diversi rispetto a quelli visti ad inizio derby. Solito 4-3-3 per il Milan: fra i pali ci sarà Reina, portiere dichiarato delle gare europee, in difesa Calabria a destra, Laxalt a sinistra, Zapata e capitan Romagnoli al centro; linea mediana con Bakayoko, Biglia e Bonaventura, tridente offensivo formato da Suso, Higuain e Castillejo. Ancora panchina per Mattia Caldara che, a detta di Gattuso, metterà minuti nelle gambe ma non partirà titolare, pronto forse per la gara di domenica pomeriggio (inizio ore 18) a San Siro contro la Sampdoria.