31 maggio 2020
Aggiornato 19:30
Calcio

Milan: rispunta Fabregas

Mercato di gennaio già d'attualità in casa rossonera, la dirigenza programma in anticipo le mosse

Cesc Fabregas, centrocampista spagnolo del Chelsea
Cesc Fabregas, centrocampista spagnolo del Chelsea ANSA

MILANO - Il campionato è appena iniziato, Coppa Uefa e Coppa Italia sono ancora ai nastri di partenza, ma in casa milanista già si pensa al calciomercato invernale, non perchè la campagna acquisti estiva non sia stata soddisfacente, anzi ha rinforzato l'organico rossonero, ma perchè Leonardo e Paolo Maldini non vogliono farsi trovare impreparati a gennaio e fornire a Gennaro Gattuso i giusti potenziamenti alla rosa, specie se il Milan sarà in lotta per le posizioni che contano in campionato e in corsa per le due coppe. Difesa ed attacco dovrebbero essere lasciate intante (al netto di infortuni o particolari situazioni), mentre sarà il centrocampo il settore da rinforzare.

Vecchio pupillo

Difficile prevedere oggi chi saranno gli elementi su cui la dirigenza milanista punterà nel mercato di riparazione, anche se qualche nome sta già uscendo, il più celebre dei quali è quello di Cesc Fabregas, da tempo obiettivo del Milan ma che mai è riuscito a raggiungere il regista spagnolo, ormai oltre la soglia dei 30 anni. Fabregas è al momento ancora in forza al Chelsea ma non riesce a trovare il posto fisso e Maurizio Sarri, in forza delle 4 vittorie in altrettante gare di Premier League, non sembra intenzionato a cambiare. Il Milan sta chiedendo informazioni sull'ex di Arsenal e Barcellona, cercando di capire cosa potrà riservare per lui il futuro a Londra; sarà con ogni probabilità proprio Sarri a decidere, considerando cosa Fabregas potrà dare ai londinesi e quali saranno le ambizioni della compagine inglese a mercato aperto. Da sottolineare, però, che Chelsea e Milan saranno impegnate in Europa nella stessa manifestazione, motivo per il quale il club britannico potrebbe decidere di non rinforzare una diretta concorrente per il successo finale; il Milan osserva ed attende, tornando a parlare ancora una volta di Fabregas a quasi 10 anni dalla prima volta.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal