19 settembre 2018
Aggiornato 05:30

EL, Yaya Tourè all’Olympiakos: per il Milan un avversario in più

Gran colpo in extremis per una delle avversarie dei rossoneri nel gruppo F di Europa League.
Il centrocampista ivoriano Yaya Tourè
Il centrocampista ivoriano Yaya Tourè (ANSA)

MILANO - Yaya Tourè torna a casa, ma per il Milan potrebbe non essere una gran bella notizia. Parliamo dell’operazione last minute che ha coinvolto l’esperto ed affidabile centrocampista ivoriano che, dopo aver concluso la sua esperienza al Manchester City, ha deciso di accasarsi all’Olympiakos, per indossare ancora quei colori biancorossi già portati con orgoglio nella stagione 2005-06.
Il classe ’83, dopo lunghe riflessioni, ha definitivamente sciolto la prognosi accettando la corte del club greco, di fatto diventando un nuovo ingombrante ostacolo sulla strada del Milan per Baku, in Azerbaigian, dove mercoledì 29 maggio si disputerà la finale di Europa League.

Terzo incomodo
L’ingaggio di Yaya Tourè potrebbe aver modificato gli equilibri di un girone che, malgrado la presenza dell’ostico Betis Siviglia, sembrava del tutto alla portata dei ragazzi di Gattuso. Non che adesso non lo sia, ma di certo l’Olympiakos, con la presenza di un regista di caratura internazionale come l’ex City, potrebbe diventare il terzo incomodo nella corsa alla qualificazione al prossimo turno di Europa League. Intanto, dopo due giornate di campionato, i biancorossi di mister Pedro Martins sono a punteggio pieno (domenica un secco 5-0 sul PAS Giannina con reti di Elabdellaoui, Fortounis, Podence, Guerrero, Meriah).
Appuntamento a San Siro il 4 ottobre, alle ore 18.55, per Milan-Olympiacos; ritorno fissato nella bolgia del Pireo il 13 dicembre, ultima giornata del gruppo F. L’obiettivo di Higuain & compagni è quello di arrivare in Grecia già con la qualificazione in tasca per non correre rischi inutili.