14 novembre 2018
Aggiornato 03:00

Milan, sovraffollamento tra i pali: in sei per una maglia

Con il rientro alla base dell’ultimo arrivato Plizzari, reduce dall’Europeo U19 con la maglia azzurra, il parco portieri del Milan è fino troppo abbondante: sono sei gli estremi difensori di ruolo in rosa.
Il portierino del Milan Alessandro Plizzari
Il portierino del Milan Alessandro Plizzari (ANSA)

MILANO - Si è insediato ufficialmente nei suoi uffici di via Aldo Rossi da appena 10 giorni, ma la mole di lavoro accumulatasi sulla sua scrivania negli ultimi tre mesi sembra insostenibile. Stiamo parlando del nuovo direttore dell’area tecnica e sportiva del Milan, Leonardo de Araujo, alle prese con l’ingrato compito di chiudere in 20 giorni un mercato che per le altre squadre è durato 90. Tra le triangolazione con Juve e l’ingombrante Chelsea per dipanare la matassa Bonucci-Caldara-Higuain, le difficoltà nel piazzare almeno due tra i tre centravanti in esubero (Kalinic, Bacca e Andrè Silva), un nuovo problema sta per materializzarsi all’orizzonte, quello dei portieri.
Almeno allo stato attuale, infatti, al netto di possibili cessioni, epurazioni, tagli, prestiti etc. etc. sono ben sei gli estremi difensori a disposizione di Gennaro Gattuso. Un po’ troppi anche solamente da gestire negli allenamenti quotidiani.

Gigio o Reina
C’è il neo arrivato Pepe Reina, già coinvolto in uno stimolante dualismo con il più giovane dei Donnarumma. Quindi lo stesso Gigione, con accanto il fratello Antonio. E siamo già a tre. Poi Marco Storari che, al netto dei 41 anni è stato confermato in rosa con un altro anno di contratto. E per finire i due portieri provenienti dai prestiti in serie B, il brasiliano Gabriel che ha conquistato la promozione con l’Empoli e il classe 2000 Plizzari, reduce da un intenso Europeo Under 19 con la maglia azzurra, concluso con una sconfitta in finale ad opera dei campioncini del Portogallo.

Plizza e Gabriel
Il giovane talento del vivaio rossonero era in predicato per difendere la porta della squadra B del Milan, poi le ultimi vicissitudini societarie hanno portato ad un’altra decisione: niente secondo team e tanti ragazzi già coinvolti costretti a cercare una sistemazione altrove.
Plizzari è uno di questi. Difficile che lui e Gabriel non riescano a trovare una sistemazione all’altezza delle ambizioni e delle aspettative dei due portieri rossoneri, ma il tempo stringe e molti club si stanno già organizzando. Per il dt Leonardo un problema in più di risolvere. E in fretta.