20 settembre 2018
Aggiornato 12:30

Valentino Rossi cambia capotecnico... e «ruba» quello di Vinales?

Il Dottore avrebbe deciso di separarsi da Silvano Galbusera, l'ingegnere che lo segue da 4 anni dopo l'addio di Jeremy Burgess, e sostituirlo con Ramon Forcada
Valentino Rossi nel box della Yamaha con il suo capotecnico Silvano Galbusera
Valentino Rossi nel box della Yamaha con il suo capotecnico Silvano Galbusera (Michelin)

ROMA – Se il mercato piloti sembra ormai giunto alle sue battute finali, con l'approdo quasi certo di Dani Pedrosa sulla Yamaha clienti, è invece in pieno svolgimento quello dei tecnici. E al centro di questo valzer ritroviamo, sempre e comunque, lui: Valentino Rossi. È vero, infatti, che il Dottore si sta avviando verso le ultime due stagioni della sua carriera in MotoGP, ma come ha dimostrato con le sue ultime prestazioni non sembra per nulla indirizzato sul viale del tramonto: anzi, è piuttosto intenzionato a giocarsi fino all'ultimo tutte le sue chance di portare a casa il famigerato decimo titolo. E, pur di riuscirci, è disposto anche ad apportare dei cambiamenti nella squadra che lo segue all'interno del suo box.

Grandi manovre in Yamaha
Il quotidiano sportivo spagnolo Marca, infatti, rivela che il fenomeno di Tavullia avrebbe avanzato un'offerta a Ramon Forcada, il capomeccanico di Maverick Vinales, verso il quale Top Gun sta iniziando a manifestare una certa malcelata e crescente insoddisfazione, per colpa dei suoi risultati di questa stagione decisamente inferiori alle aspettative. Il nove volte iridato, al contrario, stima molto Forcada, che affiancò Jorge Lorenzo durante tutte e nove le stagioni che trascorse in Yamaha, e vorrebbe proprio l'esperto ingegnere spagnolo per prendere il posto di Silvano Galbusera, che pure ha lavorato molto bene con il campione pesarese negli ultimi quattro anni, dopo l'addio di Jeremy Burgess. Vinales, al contrario, preferirebbe che la sua moto fosse seguita da uno dei suoi ex tecnici della Suzuki, come Manuel Cazeaux o Marco Rigamonti, oggi capotecnico di Andrea Iannone.

Movimenti di ingegneri
La tessera che resterà fuori da questo mosaico (che si tratti di Galbusera o di Forcada) troverà posto invece nella neonata squadra satellite Yamaha, il team malese Petronas-Sic, con il già citato Pedrosa o Franco Morbidelli. Quanto agli altri tecnici, Lorenzo in Honda dovrebbe trovare Ramon Aurin (oggi al fianco di Nakagami nel team Lcr), il duo ufficiale Ducati formato da Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci punterà rispettivamente su Alberto Giribuola e Daniele Romagnoli, mentre Cristian Gabarrini è destinato a passare alla Pramac con Pecco Bagnaia.