Sport | Calciomercato

Fuga dallo Sporting: il Milan potrebbe approfittarne

Dopo la vergognosa aggressione di qualche settimana fa subita dai calciatori dello Sporting Lisbona ad opera degli ultrà, in molti hanno deciso di procedere alla rescissione del contratto.

Il talentuoso attaccante portoghese Gelson Martins
Il talentuoso attaccante portoghese Gelson Martins (ANSA)

MILANO - In principio fu Bas Dost. È stato il gigantesco centravanti olandese, per altro colui che ha riportato i maggiori danni con tanto di taglio alla testa, il primo a gridare allo scandalo per quanto accaduto negli spogliatoi dello Sporting Lisbona.
È il 15 maggio scorso quando la follia ultrà ha inizio: 50 tifosi incappucciati fanno irruzione nel centro sportivo dello Sporting e aggrediscono i giocatori biancoverdi, l'allenatore Jorge Jesus e lo staff tecnico con cinture, torce e spranghe. Tutta colpa di una sconfitta sconfitta subita contro il Maritimo nell'ultima giornata di campionato che estromette lo Sporting dalla prossima Champions League. Chi ci va di mezzo più degli altri è proprio Bas Dost che rimane ferito alla testa.

Rescissione unilaterale
Risultato scontato: la decisione da parte del bomber ex Wolfsburg (è stato anche compagno di squadra di Ricardo Rodriguez) di impugnare il contratto, con conseguente richiesta di rescissione per giusta causa dopo l’imboscata subita all'interno del centro sportivo dei Leões.
Secondo quanto riporta la stampa portoghese, al centravanti olandese Dost si sarebbero aggiunti altri sei giocatori: si tratta di Gelson Martins, William Carvalho, Bruno Fernandes, Rui Patricio e Podence. Se, come sembra, questa iniziativa dovesse concretizzarsi, si aprirebbero scenari interessanti in chiave mercato per diversi club italiani: per esempio il Napoli interessato a Rui Patricio; oppure Roma e Fiorentina interessate a Bruno Fernandes.

Doppia occasione
Ma soprattutto il Milan. A parte Bas Dost, che a parametro zero potrebbe sempre rappresentare un’occasione interessante (per intenderci 34 gol e 7 assist in 49 partite con la maglia biancoverde), Massimiliano Mirabelli avrebbe messo nel mirino un altro attaccante portoghese: il classe ’95 Gelson Martins. Il nazionale portoghese, compagno di squadra e coetaneo del rossonero Andrè Silva, è in grado di giocare come punta centrale ma soprattutto come laterale e visto il costo del suo cartellino (secondo il portale di riferimento transfermarkt.it il suo valore si attesta sui 30 milioni di euro) prenderlo a parametro 0 è un’occasione più unica che rara. Attenzione alla concorrenza però, soprattutto quella d’oltremanica, dove diversi club, Arsenal e Tottenham in testa, sembrano intenzionati a fare sul serio per il talentuoso lusitano.