20 agosto 2019
Aggiornato 22:00

Milan: Gabriel e Josè Mauri verso i ritorni ad Empoli e Parma

I rossoneri, in attesa della sentenza Uefa che sblocchi il mercato in entrata, prova a sistemare gli esuberi di organico

Josè Mauri, centrocampista argentino in uscita dal Milan
Josè Mauri, centrocampista argentino in uscita dal Milan ANSA

MILANO - La campagna acquisti del Milan non è ancora partita e se si eccettuano gli arrivi a parametro zero di Reina e Strinic (peraltro definiti da mesi), la casella dei volti nuovi a Milanello è ancora vuota. Del resto i rossoneri non possono muoversi un granchè se prima l’Uefa non si esporrà circa la sentenza che potrebbe estromettere il club dalle coppe europee, motivo per cui è ancora difficile capire che tipo di calciatori potranno essere acquistati, quanti e di che calibro, perché un Milan in Europa avrebbe bisogno di maggiori ricambi e di giocatori di alto livello, un Milan col solo campionato e Coppa Italia da affrontare sarebbe probabilmente più ridimensionato. Nell’attesa, però, la dirigenza rossonera può concentrarsi sullo sfoltimento dell’organico, cercando di piazzare quegli elementi ormai fuori dal progetto tecnico di Gennaro Gattuso.

Prime operazioni

I primi due calciatori a poter fare le valigie potrebbero essere il portiere brasiliano Gabriel ed il centrocampista argentino Josè Mauri. Per quanto riguarda l’estremo difensore, l’opzione più accreditata è quello della permanenza ad Empoli, con i toscani pronti a riscattarlo dopo il prestito avvenuto nel mese di gennaio e la promozione dalla serie B alla serie A; Gabriel ha convinto il tecnico empolese Andreazzoli e potrebbe essere a guardia dei pali azzurri anche nella massima serie. L’accordo fra Milan ed Empoli non dovrebbe rappresentare un ostacolo particolarmente alto e l’impressione è che il portiere rimarrà in Toscana per un’altra stagione, forse a titolo definitivo. Per quanto riguarda Josè Mauri, poi, l’ipotesi di una permanenza a Milano appare improbabile visto l’impiego pressoché inesistente del mediano sudamericano; il Milan punta al prestito annuale che permetta a giugno 2019 di ridiscutere la situazione e monetizzare il cartellino del calciatore. A tal proposito, va registrato l’interesse del Parma (con cui Mauri ha già giocato nell’ultima stagione degli emiliani in serie A nel 2015) che riporterebbe volentieri il centrocampista in Emilia facendone un punto di forza della mediana gialloblu dopo la promozione in massima serie. Josè Mauri gradisce la destinazione, così come il Milan è allettato dall’ipotesi di un rilancio del giocatore, finito stabilmente ai margini della squadra rossonera nelle tre stagioni di permanenza a Milanello.