2 giugno 2020
Aggiornato 13:30
Calcio | Nazionale

E intanto Elliott ha trovato l’acquirente giusto per il Milan

In via Aldo Rossi si lavora per evitare l’esclusione dalle coppe europee, nel frattempo il fondo Elliott potrebbe aver trovato la cordata ad hoc per rilevare il Milan cinese.

Stehen Ross (a destra nella foto) proprietario dei Miami Dolphins
Stehen Ross (a destra nella foto) proprietario dei Miami Dolphins ANSA

MILANO - Giornate tumultuose quelle vissute in via Aldo Rossi dopo il deferimento incassato dall’Uefa in materia di fair play finanziario. In attesa di una sentenza che potrebbe essere devastante per il Milan, con l’esclusione delle coppe europee ipotesi tutt’altro che remota, l’amministratore delegato del club Marco Fassone ha riunito un team di legali, composto dagli avvocati Mattia Grassani e Roberto Cappelli e dai dirigenti dell'area finanziaria del club guidati dal Cfo Valentina Montanari. L’obiettivo è quello di studiare attentamente il report della Uefa per farsi trovare pronto ad ogni richiesta dell’Uefa nel caso in cui fossero richieste ulteriori informazioni.

Il lavoro di Elliott
Ma si tratta di giornate convulse anche al di fuori di casa Milan, soprattutto negli uffici dell’hedge fund americano Elliott che, in caso di mancato saldo del debito di 303 milioni di euro più interessi, contratto da Yonghong Li e dal Milan e da restituire entro ottobre 2018, acquisirebbe i diritti sul club. Naturalmente non per gestirlo in proprio, ma per rivenderlo ad un’altra cordata ad un prezzo, 400-500 milioni di euro, che sarebbe conveniente per tutti.

Suggestione Ross
A tal proposito, si infittiscono i rumors sulla possibilità che Stephen Ross, miliardario americano 78 enne e già padrone dei Miami Dolphins, possa diventare il futuro proprietario del Milan. Il contatto con Elliott c’è stato, sicuramente, forse più di uno, e non più tardi di un paio di mesi fa. Al momento sembra senza ulteriori sviluppi. Ross, affiancato dalla banca d’affari americana Goldman Sachs, rappresenterebbe alla perfezione quel concetto di continuità aziendale richiesto dalla Uefa. Non è escluso però che, visti gli ultimi sviluppi e la bocciatura del Milan da parte dell’Organo di Controllo Finanziario per Club, la trattativa tra Elliott e Ross possa subire un’accelerata. Con buona pace di Yonghong Li che sarebbe costretto a farsi da parte e per la grande gioia dei tifosi milanisti che finalmente tornerebbero a vedere la luce.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal