6 giugno 2020
Aggiornato 16:30
Calcio

Boban esalta il VAR: "Calcio più credibile"

Parole ed opinioni positive sulla più innovativa invenzione degli ultimi anni

Il VAR è stato introdotto in questa stagione e sarà protagonista anche ai prossimi mondiali
Il VAR è stato introdotto in questa stagione e sarà protagonista anche ai prossimi mondiali ANSA

MILANO - La rivoluzione del VAR ha preso piede in diversi campionati (fra cui quello italiano) e in estate farà il suo esordio anche ai mondiali che da giugno a luglio si svolgeranno in Russia. Una scelta logica nell'evoluzione di un calcio sempre più tecnologico e televisivo, oggi aiutato dai supporti elettronici e dalle mille telecamere piazzate ormai in ogni stadio. La moviola in campo chiesta da Aldo Biscardi per oltre 15 anni ha finalmente visto la luce, sostituendo gli arbitri di porta, probabilmente la scelta meno azzeccata della storia del calcio assieme al Golden Gol. Il VAR va rivisto, modellato e migliorato, c'è chi chiede tre chiamate a partita per ogni allenatore, chi addirittura vorrebbe un arbitraggio esclusivamente pilotato dalla cabina degli arbitri che analizzano le gare davanti al monitor, ma certamente è un'invenzione ed una scoperta che non può che aumentare la stima e la credibilità di uno sport troppo spesso in mezzo alle polemiche.

Elogi

Parole di approvazione sono arrivate anche da Zvonimir Boban, indimenticato fantasista croato del Milan ed oggi vicesegretario generale della FIFA che a proposito del VAR ha affermato alla Gazzetta dello Sport: "Non c'è dubbio che col VAR il calcio sia diventato più credibile - afferma Boban - perchè oltre a garantire un risultato più equo nelle partite, toglie qualsiasi dietrologia dalla testa dei tifosi, troppo abituati a retropensieri su presunti complotti e macchinazioni. Il calcio era bellissimo anche prima, ma ora grazie a questa innovazione avremo risultati più giusti nel 99% dei casi e ritengo impossibile tornare indietro dopo aver provato questa tecnologia in grado di aiutare arbitri e squadre». Difficile dar torto a Boban, peraltro una delle persone più intelligenti a gravitare nel mondo del calcio, perchè il VAR, migliorato, rivisto e maggiormente testato, è inequivocabilmente la più grande possibilità di regalare al calcio più giustizia, per buona pace di quei personaggi (Simone Inzaghi in primis, seguito da Allegri e da tutti coloro che preferirebbero tornare indietro a quando gli arbitri sbagliavano a iosa senza essere aiutati da niente e da nessuno) che criticano, sbuffano e si inalberano ogni qual volta i direttori di gara mimano con le mani il rettangolo che disegna un'immaginaria televisione: chi si irrita affermando che di questo passo le partite dureranno ore ed ore, può provare a pensare che forse è preferibile qualche minuto di attesa ma con la certezza di una decisione corretta, piuttosto che un arbitro che ragiona e sceglie in una frazione di secondo ma che rischia di decidere per il peggio. Delle polemiche sui gol di Turone e Muntari o sul contatto Iuliano-Ronaldo, francamente, siamo ormai saturi.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal