24 agosto 2019
Aggiornato 17:30

Milan: ecco perchè Fassone vuole rinnovare in fretta il contratto di Gattuso

Il prolungamento del tecnico rossonero è sempre più vicino, così come il suo aumento di stipendio

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan dallo scorso 28 novembre
Gennaro Gattuso, allenatore del Milan dallo scorso 28 novembre ANSA

MILANO - Prove tecniche di trasmissione, prove tecniche di rinnovo fra Gennaro Gattuso ed il Milan. Le parole al miele di Marco Fassone, amministratore delegato milanista, che ha affermato come i rossoneri si siano risvegliati da un incubo da quando il tecnico calabrese ha assunto la guida della prima squadra, sono solo le ultime di una lunga serie: "Eravamo sotto un treno - ha ammesso Fassone - e grazie al lavoro di Gattuso e Mirabelli ci siamo rialzati ed ora guardiamo con fiducia ai traguardi stagionali che possiamo raggiungere». Parole completamente diverse dal "vedremo, c'è tempo", utilizzato dal dirigente del Milan solo un paio di mesi fa.

Futuro

E' evidente che Gattuso abbia conquistato non solo il cuore del popolo milanista, ma anche la dirigenza, piacevolmente colpita dal metodo spiccio ma redditizio di un allenatore con poca esperienza e parecchia ambizione. Gattuso ha rimesso in piedi una squadra depressa, tatticamente sconclusionata e fisicamente a terra, ha motivato il gruppo inculcando quella mentalità vincente che era venuta meno negli ultimi anni; la rimonta in campionato che ha riportato i rossoneri in corsa per il quarto posto e l'adorazione che lo spogliatoio ha per il proprio allenatore ha indotto Fassone a chiudere ogni discorso con altri tecnici (ovvero con Antonio Conte), puntando alla conferma di Gattuso e al rinnovo di contratto con adeguamento di stipendio portato a 2 milioni di euro l'anno.

Insidie

Ma c'è anche un altro motivo per cui l'amministratore delegato rossonero vuol fare in fretta: su Gattuso ci sarebbe infatti l'interesse di un paio di squadre estere (tedesche soprattutto, ma qualcuno parla anche di Spagna) che vorrebbero comporre con Massimiliano Mirabelli la coppia di uomini che ha ricostruito il Milan. Gattuso, a dire la verità, non ci pensa affatto a lasciare Milanello, vuole impostare il lavoro sin dall'estate e crescere assieme alla sua squadra, alla sua creatura che il prossimo anno potrebbe spiccare il volo e tornare in corsa per le primissime posizioni del campionato e far strada in Europa. La volontà del tecnico milanista è non ascoltare alcuna proposta alternativa al Milan, ma Fassone non vuol correre alcun rischio: ha individuato in Gattuso l'allenatore giusto per il club, desidera dar continuità al progetto iniziato lo scorso 27 novembre e non intende far più marcia indietro.