19 gennaio 2020
Aggiornato 23:30
Calcio | Nazionale

Primo tempo di Ludogorets-Milan: ci pensa sempre lui

Partita difficile per i rossoneri contro i bulgari del Ludogorets. Il Milan subisce inizialmente l’offensiva biancoverde, fino a quando, proprio alla scadere, arriva il solito gol di Cutrone.

I difensori bulgari cercano in tutti i modi di fermare Cutrone, senza successo
I difensori bulgari cercano in tutti i modi di fermare Cutrone, senza successo ANSA

MILANO - E alla fine ci pensa sempre lui. Proprio al tramonto del primo tempo, quando tutti gli spettatori bulgari erano già pronti a correre al baretto dello stadio per prendere qualcosa di caldo, ecco l’invenzione del solito Patrick Cutrone. Ormai il Milan sembra non poter fare più a meno del giovane centravanti rossonero che al 45’ della prima frazione di gioco si lancia su un pallone educatissimo di Calhanoglu e impatta con una combinazione di testa-spalla spedendo la sfera alle spalle del portiere Renan.

Ottima catena di sinistra
Un sospiro di sollievo per i rossoneri che per tutto il primo tempo hanno sofferto l’agonismo, la cattiveria, la grinta e la corsa dei biancoverdi del Ludogorets. Aveva ragione Rino Gattuso quando alla vigilia aveva messo in guardia i suoi ragazzi sulle difficoltà del match, anche se - per dovere di cronaca - Donnarumma non ha corso eccessivi pericoli, tranne che per qualche uscita un po’ troppo allegra.
Bene la corsia sinistra formata da Bonaventura e Calhanoglu, bravissimo Romagnoli a chiudere tutte le toppe in difesa, energico come al solito l’ivoriano Kessiè.