19 dicembre 2018
Aggiornato 05:00

Milan, finalmente ci siamo: via libera a Paletta

Il roccioso difensore italo-argentino tratta con la dirigenza rossonera la rescissione anticipata del contratto per firmare con il Fenerbahce, nel campionato turco.

Il difensore italo-argentino Gabriel Paletta
Il difensore italo-argentino Gabriel Paletta (ANSA)

MILANO - Tagliare i rami secchi. È questo il mantra della nuova dirigenza rossonera in questa finestra di mercato invernale. La rosa a disposizione di Gennaro Gattuso è ricca, corposa, forse manca di un paio di tasselli in alcuni ruoli (mezzala e attaccante esterno), ma abbonda di esuberi inutili in altri. E così, dopo aver dato il via libera al portiere brasiliano Gabriel che sta per raggiungere l’Empoli in prestito e continuare ad oltranza la trattativa con il manager di Gustavo Gomez per cedere il difensore paraguayano a chiunque sia disposto a versare nelle casse rossonere quanto richiesto, oggi potrebbe essere il gran giorno dell’addio a Gabriel Paletta.

1 milione risparmiato
Il centrale italo-argentino, classe di ferro 1986, è in scadenza di contratto a giugno 2018 e proprio per questo è da almeno sei mesi che la dirigenza di casa Milan fatica a trovargli una sistemazione. Il difensore vuole arrivare ad essere free agent per cercarsi la squadra più gradita e in questo senso va letta la nuova decisione di Massimiliano Mirabelli: rescindere consensualmente il contratto in essere e lasciare libero fin d’ora Paletta.
Sull’ex atalantino c’è da diversi mesi il club turco del Fenerbahce che in questo modo potrebbe mettere le mani a parametro zero sul principale obiettivo per la difesa, facendo praticamente felici tutti, compreso il Milan che libererebbe un armadietto a Milanello, con conseguente risparmio di 1 milione del residuo di stipendio annuale del difensore.