16 settembre 2021
Aggiornato 23:30
Calcio | Serie A

Milan: le condizioni di Abate, Donnarumma, Kalinic e Storari

Usciti malconci dal derby di Coppa Italia, i quattro calciatori sono sottoposti a costanti esami per valutare entità degli infortuni e tempi di recupero

MILANO - Il vittorioso derby di Coppa Italia che ha proiettato il Milan in semifinale, ha rilanciato le azioni della squadra rossonera e di Gennaro Gattuso, finalmente sollevato da ansie e tensioni che avevano affossato un gruppo in totale crisi. Nulla di completamente risolto, ci mancherebbe, ma dopo settimane di umiliazioni, il passaggio del turno in Coppa Italia ha restituito un briciolo di tranquillità alla formazione rossonera, attesa ora dall'ultima gara dell'anno solare, sabato alle 12:30 allo stadio Franchi di Firenze contro la Fiorentina di Pioli, rivale del Milan nella corsa alla qualificazione in Coppa Uefa, ultimo obiettivo milanista nella serie A 2017-2018.

INFORTUNI - Ma dal derby di coppa i rossoneri escono anche malconci a causa di quattro defezioni che fra pre e post partita hanno falcidiato Gattuso. Prima ci si è messo il problema all'adduttore di Gianluigi Donnarumma che ha tenuto fuori il titolare della porta dalla partita, poi il guaio al polpaccio di Storari, anche lui costretto al forfait a beneficio dell'altro Donnarumma, Antonio, quindi  l'infortunio in campo di Abate e l'entrata assassina di Skriniar su Kalinic che ha tolto di mezzo l'inutile centravanti croato. Ora Gattuso si ritrova a fare i conti con i guai fisici ed i tempi di recupero dei quattro malconci dell'infermeria milanista, nessuno dei quali recupererà per la gara di Firenze; Abate verrà sottoposto ad ulteriori accertamenti nella giornata di venerdì ma sarà fuori dalla spedizione toscana. Migliorano le condizioni di Donnarumma, comunque precauzionalmente a riposo per sabato e pronto per Milan-Crotone del prossimo 6 gennaio. Stesso discorso per Storari, la cui prognosi parla di 7-8 giorni di stop, mentre da valutare è Kalinic, portato via a braccia da San Siro e con una vistosa fasciatura alla caviglia; fuori da Fiorentina-Milan (che sarebbe stata la partita dell'ex per la punta slava), difficile dire oggi se il numero 9 rossonero sarà a disposizione per la gara col Crotone di inizio anno.