19 novembre 2019
Aggiornato 13:30

Caos Bonucci: Montella inchioda le spie di Milanello

Il momento negativo del Milan ampliato dalle voci di corridoio su presunti litigi all’interno allo spogliatoio rossonero. Montella rifiuta certe teorie e attacca in maniera vibrata gli amplificatori di certi sussurri: «Leggo tutto e so da chi provengono certe chiacchiere». Dopo il preparatore Marra siamo vicini ad un nuovo licenziamento?

Montella pensieroso sulla panchina del Milan
Montella pensieroso sulla panchina del Milan ANSA

MILANO - Che non sia un momento facile per il Milan appare abbastanza evidente. Oggi, all’alba della giornata numero 10 del campionato di serie A, l’Inter - seppur con una partita in più - ha già doppiato i rivali rossoneri in classifica, 26 punti a 13. Senza contare il fatto che questa sera, al Bentegodi di Verona, i ragazzi di Montella affronteranno un Chievo avanti in classifica di 2 punti e che potrebbe certificare in maniera ufficiale la crisi del Milan e del suo allenatore.

L’imboscata
La strategia attuale del tecnico, consapevole di vivere sul filo del rasoio, è quella di prestare la massima attenzioni a tutti i rischi di imboscata che gli si stanno presentando davanti. L’ultimo dei quali ha preso negli ultimi giorni la forma infida e sfuggente dello spiffero, del refolo graveolente della soffiata di corridoio, spesso campanello d’allarme di qualcosa di più profondo che cova all’interno di uno spogliatoio. Oggetto di queste strane e moleste indiscrezione è il nuovo capitano del Milan, finito nell’occhio del ciclone per l’espulsione rimediata domenica contro il Genoa, arrivata peraltro al termine di un periodo dal rendimento a dir poco insufficiente.

Quante chiacchiere
Prima le voci sul presunto desiderio di Bonucci di mollare la fascia, poi quelle relative ad un litigio con il compagno di reparto Romagnoli. «Dalle mie verifiche non mi risulta che Leo abbia fatto passi indietro sull’essere capitano - le parole di Montella sull’argomento -. Piuttosto sono consapevole che, quando le cose vanno meno bene, ci sono spifferi, e so anche da chi. Leggo tutto, so da dove provengono determinate cose. Mi piace leggere tra le righe, ci sta che ci siano spifferi che diventano aperture enormi. Sono discorsi disturbatori». 
Montella al contrattacco insomma. Che dopo il preparatore Marra ci si prepari a qualche altro licenziamento eccellente a Milanello?