20 settembre 2020
Aggiornato 13:30
Calcio

Milan: Cavani il regalo per Conte

Proseguono le indiscrezioni che vorrebbero il tecnico del Chlesea a Milanello il prossimo giugno. Per convincerlo ecco anche il centravanti uruguaiano in rotta col Paris Saint Germain

MILANO - Le voci continuano a rincorrersi, da più parti peraltro, segno che qualcosa evidentemente c'è. Antonio Conte sembra essere davvero il grande sogno del Milan per la prossima stagione, la guida ideale per condurre i rossoneri in cima alla classifica della serie A dopo l'attuale annata di assestamento che difficilmente vedrà la squadra di Vincenzo Montella competere per lo scudetto. Il tecnico campano è sempre piaciuto alla dirigenza milanista, ma sta faticando a tenere in pista la fuoriserie messa a disposizione dalla proprietà: moduli cambiati e finora poco redditizi, un cammino in campionato stentato con 3 sconfitte su 7 partite giocate e la zona quarto posto che inizia, seppur di poco ad allontanarsi.

Progetto vincente

Ecco i dubbi che allora si insuano nella testa di Marco Fassone, pronto a sacrificare Montella a giugno e lanciarsi su Antonio Conte che nel frattempo è in totale rottura col Chelsea e con l'ambiente inglese, facendo capire senza mezzi termini di aver nostalgia della serie A. Scorrendo le squadre di prima fascia, il Milan sarebbe l'unica panchina forse vacante per far posto all'ex juventino, voglioso di rilancio e con l'intenzione di costruire quasi da zero una squadra vincente come fatto nell'estate del 2011 con la Juventus. Non è facile convincere Conte a sposare il progetto rossonero, ma neanche così impossibile: l'allenatore leccese, al netto dell'aspetto economico, chiede un organico competitivo da plasmare a sua immagine e somiglianza, chiede un centrocampo robusto (aggiungere Milinkovic Savic a quello attuale potrebbe essere perfetto, ad esempio) ed una prima punta da tanti, tanti gol, un leader tecnico a cui aggrapparsi. Il nome di Edinson Cavani, a riguardo, sarebbe l'ideale per togliere qualsiasi remora ad un Conte a quel punto davvero pronto per intraprendere la sua nuova avventura italiana. Cavani è ormai completamente in rotta col Paris Saint Germain e anche lui non disdegnerebbe affatto un ritorno in Italia dopo i trascorsi a Palermo e a Napoli; il Milan, che già all'uruguaiano aveva pensato in estate, vorrebbe spendere gran parte del budget a disposizione il prossimo giugno per portare a casa un centravanti da 25 reti potenziali a campionato, 40 totali considerando anche le coppe, investendo il resto su un allenatore che darebbe vita ad un nuovo ed agguerrito progetto vincente. Montella il presente, Conte il futuro? Al Milan sembra molto più di un semplice pensiero.