16 luglio 2019
Aggiornato 03:30

Argentina rischiatutto: stanotte contro il Peru si gioca i mondiali

Accesso a Russia 2018 tutt’altro che scontato per la nazionale di Sampaoli, costretta a battere l’ostico avversario per non rischiare una clamorosa estromissione

La nazionale argentina si prepara alla delicatissima sfida contro il Perù
La nazionale argentina si prepara alla delicatissima sfida contro il Perù ANSA

BUENOS AIRES - Aria tesa, tesissima, forse anche più della finale della Coppa del Mondo del 2014, poi persa contro la Germania. In Argentina si respira un clima pesante alla vigilia della fondamentale sfida di qualificazione che stanotte (all’una, ora italiana) la nazionale di Sampaoli disputerà contro il Peru: la situazione di classifica è complicata per la Selecciòn, quarta alla pari proprio dei peruviani con 24 punti ed a forte rischio spareggio, o addirittura eliminazione, con Cile e Paraguay che arrembano alle spalle di un’Argentina spaventata ed impaurita, terrorizzata da una possibile clamorosa dipartita dai mondiali russi, un’onta che una sola volta il paese sudamericano ha vissuto, nel 1970, peraltro per colpa proprio del Peru che estromise la selezione albiceleste da Messico ’70. Peru in grande spolvero ed autore di una rimonta incredibile che ha portato la nazionale andina dagli ultimi posti della classifica alla zona qualificazione. La Bombonera di Buenos Aires è pronta ad accogliere la formazione di Sampaoli, sospingendola verso una vittoria vitale per le sorti del raggruppamento; l’ex allenatore del Siviglia si aggrappa a Lionel Messi, finora poco decisivo in nazionale, mentre si profila un inizio in panchina sia per Icardi che per Dybala, pronti a subentrare in caso di difficoltà. La lunga notte dell’Argentina è iniziata, il mondo aspetta con trepidazione e con la paura di perdere un’annunciata protagonista dei prossimi campionati del mondo.