5 giugno 2020
Aggiornato 14:30
Calcio & Politica

Malagò: «Barcellona in Serie A? Molto spazio alla fantasia»

Il numero uno del Coni dopo il referendum indipendenza Catalogna: «Lo sport non è passivo ma è l'unico collante che mette d'accordo tutti».

Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò
Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò ANSA

ROMA - Anche Giovanni Malagò, si è espresso sul referendum sull'indipendenza della Catalogna. Il numero uno del Coni parla anche della possibilità che il Barcellona non giochi più in Liga ma possa giocare in Serie A: «In questo momento c'è molto spazio alla fantasia in tutti i settori - dice Malagò a Radio Anch'Io Sport di Radio1 - quello economico, monetario e anche sportivo. I contorni soprattutto nel nostro mondo non sono molto chiari. Mi fanno pensare le dichiarazioni di Piquè, una colonna della nazionale spagnola, che ha detto che 'se non accettano quello che vogliamo fare, sono pronto a lasciare la Nazionale', deve far riflettere. Il Barcellona è la squadra più importante, però onestamente se ne sentono di queste storie in giro per il mondo e lasciano il tempo che trovano».

CANDIDATURA PER L'EMA - «Lo sport non è passivo ma è l'unico collante che mette d'accordo tutti», prosegue il numero uno dello sport italiano, secondo il quale quello che sta accadendo in Spagna potrebbe aiutare l'Italia e Milano ad avere l'Ema (l'Agenzia europea dei medicinali). «Milano è candidata ad avere l'Ema dopo la Brexit, e una delle più grandi candidate contro Milano è Barcellona, che con quello che sta accadendo, va automaticamente fuorigioco».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal