20 marzo 2019
Aggiornato 18:00

Milan: anche il mercato dei piccoli è da oscar

Non solo la prima squadra, anche la Primavera rossonera affidata a Gattuso, infatti, ha prodotto una campagna acquisti sontuosa che potrebbe regalare giovani interessanti e utili pure per il futuro

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan Primavera
Gennaro Gattuso, allenatore del Milan Primavera ANSA

MILANO - Se l’estate del calciomercato milanista ha regalato a Vincenzo Montella 11 nuovi arrivi che collocano la formazione rossonera ai primi posti della serie A (almeno nelle intenzioni societarie e dirigenziali) anche il Milan Primavera non ha badato a spese. Dopo aver affidato la panchina dei piccoli a Gennaro Gattuso, infatti, la dirigenza rossonera ha impostato un mercato aggressivo nel tentativo di far tornare competitiva una formazione un po’ appannata nelle ultime stagioni nonostante abbia lanciato giovani interessanti anche per la prima squadra come Simic (appena prestato al Crotone dove potrà fare esperienza in serie A) Plizzari, Donnarumma, Locatelli, Cutrone e Zanellato. Agli ordini di Gattuso sono così arrivati il promettente centrocampista polacco Bargiel, l’esterno offensivo portoghese Tiago Dias che il Milan ha prelevato dal Benfica, l’ala spagnola del Real Madrid Sanchez ed il centravanti norvegese Larsen di cui gli esperti del settore dicono un gran bene. L’estate di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, insomma, ha fatto gli straordinari anche per la Primavera, dimostrando come il Milan voglia essere protagonista dalla A alla Z, programmando anche il futuro senza lasciare nulla di intentato.