25 settembre 2018
Aggiornato 00:00

Tra Vettel e la Ferrari è amore eterno: respinto l'assalto Mercedes

SebastIan aveva preannunciato giovedì che non sarebbero arrivate novità sul suo contratto per altre due settimane. Invece lo ha firmato dopo due soli giorni, e con una durata triennale come gli chiedeva Maranello
Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (Ferrari)

SPA - Come tutte le grandi storie d'amore, anche quella tra Sebastian Vettel e la Ferrari è rimasta, fino all'ultimo, avvolta dalla suspense. Riusciranno i due promessi sposi a convolare a giuste nozze, finché morte non li separi, o tra i due ci si metterà di mezzo la rivale Mercedes, che dall'inverno scorso ormai corteggia spudoratamente il connazionale pilota? La speranza delle Frecce d'argento era che Seb decidesse di prolungare sì il contratto con la Rossa, ma solo per un anno, in attesa dunque che scadesse quello attuale di Lewis Hamilton a fine 2018. E lo stesso diretto interessato, sornione, alla vigilia del Gran Premio del Belgio aveva furbescamente rimandato qualunque discussione sul suo futuro: "Non mi aspetto novità per le prossime due settimane".

Mossa a sorpresa
Invece, le novità sono arrivate già dopo due giorni. Vettel aveva deciso non solo di rinnovare con Maranello, ma addirittura per tre stagioni, fino al 2020: proprio come volevano i vertici del Cavallino rampante. Una dichiarazione di amore eterno, questa, che il quattro volte iridato ha voluto riservare al suo team e ai suoi tifosi, che lo abbracceranno metaforicamente la prossima settimana nell'appuntamento di casa a Monza. Cosicché non ci fossero più dubbi o sospetti: quel legame sentimentale che univa il 30enne tedesco alla Scuderia, figlio della sua gioventù passata ad assistere ai trionfi in rosso del suo mito Michael Schumacher, si è riacceso quest'anno, quando il team è riuscito a mettersi alle spalle uno dei Mondiali più neri della sua storia e, unito, a lanciarsi all'assalto della Mercedes.

Prima la stabilità
Ora questo stesso team resterà compatto (e, si spera, anche altrettanto vincente) pure nel 2018, dato che le conferme di Kimi Raikkonen prima e di Sebastian Vettel poi sono arrivate nell'arco di poche ore. Squadra che vince non si cambia, dice il proverbio, e la Ferrari non ci ha pensato due volte a puntare sulla continuità come arma in più per costruire il proprio avvenire sportivo. Voluto in primis proprio dal campione tedesco, che non a caso ha chiesto espressamente che Iceman rimanesse al suo fianco come fido scudiero. I boss lo hanno accontentato e pronta è arrivata anche la sua firma. E il fatto di essere riusciti a blindare il mercato già in estate è importante non solo in vista della prossima stagione, ma anche per il finale di questa: evitando scossoni o mal di pancia, ora la Ferrari potrà concentrarsi unicamente sul suo obiettivo più importante, il titolo mondiale.