23 luglio 2021
Aggiornato 16:30
Formula 1

Mick Schumacher è un nuovo pilota della Haas

L'ufficialità è arrivata tramite una nota della scuderia statunitense. Uno Schumacher torna dunque in Formula 1 a nove anni di distanza dal GP del Brasile 2012, ultima gara iridata di papà Michael

Mick Schumacher è un nuovo pilota della Haas
Mick Schumacher è un nuovo pilota della Haas Ferrari

Mick Schumacher è un nuovo pilota della Haas. L'ufficialità è arrivata tramite una nota della scuderia statunitense. Uno Schumacher torna dunque in Formula 1 a nove anni di distanza dal GP del Brasile 2012, ultima gara iridata di papà Michael.

Schumacher viene ufficializzato all Haas il giorno dopo l'annuncio di Nikita Mazepin. Il tedesco e il russo arrivano così a rinnovare del tutto la coppia di piloti della squadra statunitese che nelle scorse settimane aveva già chiarito la fine del rapporto con Romain Grosjean e Kevin Magnussen.

Pilota nell'orbita della Ferrari Driver Academy, il 21enne tedesco ha conquistato in carriera il titolo europeo in Formula 3 nel 2018 ed è a un passo dal Mondiale di F2. Mick era stato chiamato dall'Alfa Romeo Racing per disputare le prime prove libere del GP dell'Eifel lo scorso ottobre al Nurburgring, ma il maltempo aveva causato la cancellazione della sessione.

Mick Schumacher ringrazia la Ferrari

«Hanno avuto fiducia in me e mi hanno messo in condizione di esprimere al meglio il mio potenziale». Mick Schumacher, nella sua prima dichiarazione da futuro pilota dell'Haas F1 Team ha ringraziato tra gli altri anche la Scuderia Ferrari e la Ferrari Driver Academy. «Ho sempre creduto che sarei riuscito a realizzare il sogno di arrivare in Formula 1 - ha aggiunto il pilota tedesco - Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo e non vedo l'ora di mettermi al lavoro con la mia nuova squadra».

Schumacher è atteso ora alla conclusione del mondiale di Formula2 che sta affrontando con il team Prema: il tedesco, con un gran premio ancora da disputare - in Bahrain questo weekend, in concomitanza con la Formula 1 - guida con 14 punti di vantaggio sul compagno di accademia Callum Ilott e 43 sul russo Nikita Mazepin che sarà suo compagno di squadra il prossimo anno in Haas. Schumacher ha conquistato finora tre vittorie e otto podi, dimostrandosi il pilota più costante del campionato.

«Siamo lieti di annunciare che Mick Schumacher farà il suo debutto in Formula 1 la prossima stagione, correndo con una squadra - la Haas F1 Team - che ha una relazione forte e ormai consolidata con la Scuderia Ferrari - ha commentato Mattia Binotto Scuderia Ferrari Team Principal & Managing Director - Mick è un giovane di grande talento e nel team americano avrà la possibilità di crescere in maniera graduale, supportato dalla Ferrari Driver Academy così com'è avvenuto negli ultimi anni».

«Il suo rapporto con Ferrari è a lungo termine e seguiremo costantemente i suoi progressi, sia come pilota che come uomo. L'arrivo di Mick in Formula 1 rappresenta un ulteriore successo di FDA come programma di crescita per giovani piloti e non vediamo l'ora di vederlo all'opera, a partire dalle prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi e poi nel corso dello Young Driver Test in programma nella giornata del 15 dicembre».

George Russell sostituirà Hamilton in Bahrain

Sarà l'inglese George Russell, ventidue anni, pilota ufficiale Williams, a sostituire Lewis Hamilton domenica nel Gp del Bahrain numero 2 dopo la positività al cvid 19 riscontrata dal britannico campione del mondo.

Williams, team cliente di Mercedes per quanto riguarda la fornitura di motori, ha accettato di lasciare Russell al team diretto da Toto Wolff, sostituendo Russell con Jack Aitken. Aitken farà il suo debutto assoluto in un weekend di gara in Formula 1 da titolare. Russell fa parte del programma Junior di Mercedes dal 2017, anno in cui vinse la GP3 al suo primo anno nella serie, per poi ripetersi l'anno successivo, vincendo al primo anno la Formula 2.

Grosjean lascia l'ospedale

Romain Grosjean ha lasciato questa mattina l'ospedale militare di Manama, dove si stava riprendendo dalle ustioni subite durante il suo terribile incidente domenica scorsa al via del Gran Premio del Bahrain. Il pilota frances edella Haas ha potuto lasciare l'ospedale «alle 10:30 locali» (08:30 italiane), scrive in una nota il team americano Haas, precisando che il pilota franco-svizzero sarebbe stato sottoposto a «cure private per le sue ustioni subite alla schiena e alle mani e rimarrà in Bahrain per ora».

Ieri Grosjean che domenica sarà sostituito da Pietro Fittipaldi, spera di tornare per l'ultimo Gran Premio della stagione ad Abu Dhabi il 13 dicembre, che potrebbe essere anche il suo ultimo GP in F1, dato che il francese non ha trovato posto nel Circus per la prossima stagione. «Sto migliorando sempre di più, sono felice di essere vivo e di parlare con te» ha detto rassicurando sulle sue condizioni.

La monoposto di Grosjean, uscita di pista a causa di una collisione subito dopo l'inizio della gara di domenica, è stata spezzata a metà e ha preso fuoco dopo essersi schiantata a 220 km / h contro le barriere di sicurezza. Il pilota è riuscito ad abbandonare la sua monoposto 28 secondi dopo l'urto e si è allontanato dall'incendio, aiutato dal personale dell'auto medica GP, prima di essere portato in ambulanza al centro cure del circuito e poi ospedale in elicottero.