23 maggio 2019
Aggiornato 23:30
Calcio

Il Monaco piomba su Belotti

Monegaschi pronti a versare al Torino l'intera clausola per il centravanti lombardo, dopo aver incassato oltre 200 milioni per la doppia cessione di Fabinho e Mbappé al Paris Saint Germain

Andrea Belotti, centravanti del Torino e della nazionale italiana
Andrea Belotti, centravanti del Torino e della nazionale italiana ( ANSA )

MONTECARLO - Tornano a tremare i tifosi del Torino che rischiano ancora di perdere Andrea Belotti dopo averlo blindato e dichiarato incedibile a seguito delle continue e pressanti richieste del Milan, arrivato ad offrire quasi 50 milioni di euro più i cartellini di Niang e Paletta per assicurarsi il centravanti bergamasco. Resistere alle lusinghe milaniste è stato difficile per Urbano Cairo, deciso però a non privarsi del suo miglior calciatore nonostante i rossoneri fossero realmente pronti a mettere le mani sull'ex palermitano, per oltre un mese vero grande obiettivo del Milan prenditutto sul calciomercato. Eppure a Torino non sono tranquilli, perchè la spada di Damocle dei sostenitori granata è sempre quella clausola di 100 milioni di euro, valida solo per l'estero, ma che taglierebbe fuori la società torinista in caso di versamento dell'intero importo, ipotesi che potrebbe a breve concretizzarsi poichè il Monaco è ad un passo dal formulare l'offerta che tutti i tifosi del Torino temono: i monegaschi stanno infatti per incassare 220 milioni di euro dalla doppia cessione al Paris Saint Germain di Fabinho e soprattutto di Mbappé, una cifra roboante che il Monaco potrebbe in parte utilizzare per versare la clausola di 100 milioni per portare in Francia proprio Belotti. A quel punto, il Torino non potrebbe far altro che prendere atto della situazione, aspettare la decisione del calciatore (che in teoria potrebbe anche rifiutare il trasferimento, rendendo nullo anche il pagamento della clausola) e vedersi sfilare il proprio centravanti ad una settimana o poco più dalla chiusura del calciomercato, mettendo in difficoltà Mihajlovic ed una formazione quasi interamente improntata sui gol di Belotti e costretta a rivedere in gran parte i suoi piani. Ko anche il citato Milan che 100 milioni è deciso a non spenderli per la punta del Torino e che sembra aver ormai riposto nel cassetto il sogno di portare a Milanello il futuro bomber del calcio italiano.