Calcio

Ancelotti incorona il nuovo Milan: “Vedo tanto entusiasmo”

L’ex tecnico rossonero è fiducioso in vista della stagione della squadra di Montella, profondamente rinnovata e particolarmente ambiziosa

Carlo Ancelotti, allenatore del Bayern Monaco dal 2016
Carlo Ancelotti, allenatore del Bayern Monaco dal 2016 (ANSA)

MONACO DI BAVIERA - Reduce dal successo nella Supercoppa di Germania del suo Bayern Monaco contro il Borussia Dortmund, Carlo Ancelotti si sofferma a parlare anche del calcio italiano e, in particolar modo, del suo vecchio amato Milan, squadra rinnovata e ambiziosa dopo un quinquennio di stenti e risultati scadenti: «Mi fa piacere che al Milan sia tornato l’entusiasmo - afferma Ancelotti - e mi ha emozionato vedere San Siro così pieno di passione in occasione del preliminare di Coppa Uefa contro il Craiova, direi che si tratta di un bel segnale, c’è fame di Milan nell’ambiente rossonero».

Troppo entusiasmo?

Il rischio, ora, potrebbe essere quello di cullare un’euforia eccessiva che porti ad aspettative troppo alte ed immediate, per cui Ancelotti prova ad ammonire chiunque pensi che per il Milan sarà tutto semplice: «Bisogna dare tempo a Montella, deve avere la tranquillità giusta per lavorare ed amalgamare un gruppo tutto nuovo. Sarebbe deleterio oltremisura buttargli la croce addosso alla prima sconfitta, un grande pranzo non si cucina in mezz’ora». L’attesa è altissima attorno al nuovo Milan, ma la sensazione è che il popolo rossonero sia sufficientemente maturo per comprendere che la compagine milanista non possa raggiungere tutto e subito; se Montella riuscirà a lavorare serenamente, il Milan potrà togliersi gradualmente diverse soddisfazioni, tanto in Italia quanto in Europa.