26 gennaio 2020
Aggiornato 18:30
Calcio

Inter-Vidal: il Bayern Monaco dice no

Respinta l'offensiva nerazzurra per l'ex juventino: Carlo Ancelotti in persona si è schierato a favore della permanenza del cileno in Germania

Arturo Vidal, centrocampista del Bayern Monaco e della nazionale cilena
Arturo Vidal, centrocampista del Bayern Monaco e della nazionale cilena ANSA

MILANO - Tempi duri per l'Inter e per il suo allenatore Luciano Spalletti, chiamato al capezzale di una formazione depressa e finita fuori dal giro europeo nell'ultima stagione, convinto a rinunciare alla Coppa dei Campioni da disputare con la Roma per sposare il progetto interista con le promesse di magnificenza del gruppo Suning che al momento ha tradito le aspettative del tecnico toscano. Ad Appiano Gentile sono arrivati solamente Skriniar e Borja Valero che, con tutto il rispetto, non sono i rinforzi milionari e di alto livello richiesti da Spalletti che continua ogni giorno a lanciare input alla presidenza, alla ricerca disperata di rinforzare la rosa che lo scorso anno ha chiuso al settimo posto della serie A. Arturo Vidal sembrava il nome giusto per dare una svolta al centrocampo interista e riportare entusiasmo al popolo nerazzurro, ma probabilmente non sarà il cileno ex Juve il nuovo leader della mediana di Spalletti, poichè, dopo l'offerta di Ausilio e Sabatini al Bayern Monaco (50 milioni di euro) per strappare Vidal ai bavaresi, è arrivata la secca smentita del club campione di Germania che, per bocca del tecnico Carlo Ancelotti, ha chiuso la trattativa ancor prima che cominciasse: "Vidal non si tocca - ha detto l'ex allenatore del Milan - e resta a Monaco al 100%». Difficile che l'Inter si spinga oltre quei 50 milioni, più facile che converga su altre piste e che intavoli nuovi contatti con altre società, ma il tempo corre e Spalletti è sempre più inquieto.