4 aprile 2020
Aggiornato 16:00
Formula 1 | Gran Premio d'Austria

Hamilton resta davanti, ma Vettel si avvicina

Confronto serrato tra i duellanti per il Mondiale nella seconda sessione di prove libere al Red Bull Ring: il pilota della Mercedes stacca il nuovo record del circuito, ma il ferrarista si piazza a meno di un decimo e mezzo da lui. Kimi Raikkonen è sesto ma avendo provato gomme diverse

SPIELBERG – Resta davanti a tutti anche nella seconda sessione di prove libere Lewis Hamilton: nella simulazione di qualifica che tutti i piloti hanno anticipato a inizio turno, per scongiurare un rischio pioggia che poi non si è concretizzato, il campione della Mercedes ha girato in 1:05.483, nuovo record della pista di Zeltweg. Nonostante la velocità, però, il pilota anglo-caraibico non si è detto completamente soddisfatto dell'assetto della sua vettura, lamentando in particolare in più occasioni via radio con il suo muretto box problemi al bilanciamento aerodinamico, derivanti soprattutto dall'ala anteriore. Si avvicina a lui la Ferrari, con Sebastian Vettel giunto a meno di un decimo e mezzo dalla vetta, e che poteva ancora fare meglio se nel suo giro migliore non avesse compiuto qualche sbavatura nel primo intertempo. Il ferrarista ha pure evitato per un soffio la ripetizione del testacoda di cui era stato vittima questa mattina. Seb è riuscito comunque a inserirsi a sandwich tra le due Frecce d'argento: quella di Valtteri Bottas è infatti terza.

Raikkonen si smarca
Quarta e quinta posizione per le due Red Bull di Max Verstappen (che ha dovuto anche sostituire il fondo per un'escursione sull'erba nei minuti iniziali) e Daniel Ricciardo, apparse convincenti sul giro secco, molto meno sul passo gara che le squadre hanno provato nella seconda parte della sessione. Kimi Raikkonen chiude sesto ad oltre sei decimi dalla testa, anche per colpa di una strategia differenziata rispetto ai diretti avversari: il finlandese è stato infatti l'unico dei top driver a compiere la sua simulazione di gara non con le gomme supersoft, ma con le soft, la mescola più dura tra quelle disponibili in questo Gran Premio d'Austria, e ha percorso più giri di tutti. In questo modo la Ferrari ha potuto raccogliere, con i suoi due piloti, dati importanti sull'usura di tutte le tipologie di pneumatici che si potranno scegliere per la gara di domenica. La Formula 1 torna in pista domani alle 11 per la terza e ultima sessione di prove libere al Red Bull Ring.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal