23 ottobre 2019
Aggiornato 12:30

Il Genoa alza l’offerta per Lapadula: accordo vicino con il Milan

Nel giorno del raduno del Milan, che lo vedrà tra i protagonisti, Lapadula è sempre più vicino al Genoa. Il club rossoblu ha alzato l’offerta a 12 milioni, mentre Fassone e Mirabelli continuano a chiederne 15, ma l’affare potrebbe chiudersi entro le prossime 48 ore. Sempre che l'attaccante piemontese non decida di restare a Milanello.

L'attaccante del Milan Lapadula
L'attaccante del Milan Lapadula ANSA

MILANO - Oggi, tra i 28 convocati da Vincenzo Montella (mancheranno ancora i nazionali reduci dall’Europeo Under 21 e dalla Confederations Cup), ci sarà anche lui, Gianluca Lapadula. Probabile, anzi molto probabile, però che la sua permanenza a Milanello possa essere di breve durata. Che il Milan, con l’acquisto di Andrè Silva, di Borini e l’idea Kalinic ancora viva,  l’abbia messo sul mercato è cosa ormai nota; così come il fatto che il Genoa sia fermamente intenzionato ad acquistare l’ex capocannoniere della serie B per sostituire Giovanni Simeone, destinato alla Fiorentina.

Via Cholito, dentro Lapa
Quello che ancora ha frenato il positivo esito dell’operazione è la distanza che ancora resiste tra domanda (15 milioni chiesti dal Milan) e offerta iniziale (10 milioni messi sul piatto dal Genoa). La novità delle ultime ore è che il club rossoblu, con la sempre più imminente cessione del Cholito ai viola, abbia deciso di alzare la posta in palio e offrire a Fassone e Mirabelli 12 milioni. Non ci siamo ancora, perchè il Milan sembra deciso a non derogare dai 15 chiesti inizialmente, ma adesso le parti sono più vicine e non è escluso un rapido colpo di scena per la chiusura della trattativa.

I dubbi di Lapadula
A quel punto la dirigenza genoana dovrà poi affrontare la questione direttamente con il calciatore e anche su questo fronte la situazione appare tutt’altro che definita. Lusingato dalle dimostrazioni d’affetto dei tifosi, infatti, il bomber piemontese non sarebbe poi così convinto di lasciare il Milan, pronto a giocarsi le sue carte anche partendo in terza fila. L’augurio è che alla fine possa prevalere il buon senso e che Lapadula accetti il Genoa.

Due bomber in vendita
Situazione non dissimile a quella che sta vivendo in questi giorni il compagno di reparto Bacca. Entrambi i due centravanti rossoneri sono ormai fuori dal progetto tattico di Vincenzo Montella e i soldi che il Milan potrebbe incassare dalle loro cessioni sarebbero preziosi per consentire a Fassone e Mirabelli di mettere a segno gli ultimi colpi di una sontuosa campagna acquisti.