12 dicembre 2019
Aggiornato 23:00

Lionel Messi compie 30 anni

Il fuoriclasse argentino è nato a Rosario il 24 giugno 1987. Sono passati 13 anni dal suo esordio con la maglia del Barcellona e da quel giorno i gol sono più di 500. Intanto per l'accusa di frode fiscale, Messi pagherà una multa di 455mila euro.

Lionel Messi con la maglia del Barcellona
Lionel Messi con la maglia del Barcellona ANSA

BARCELLONA - Lionel Messi compie oggi 30 anni e il Barcellona lo celebra, elencando altrettanti record collezionati dalla Pulce con la maglia azulgrana e con quelli della sua Nazionale, l'Argentina, sul proprio sito internet, corredati da foto e descrizione. Dal numero di reti segnate in un anno solare (91 gol tra Barcellona e Argentina) al maggior numero di Palloni d'Oro conquistati (5); dal maggior numero di titoli vinti con un club spagnolo (30, alla pari con Andres Iniesta) al record assoluto di gol realizzati per il Barcellona (507), per l'Argentina (58) e nella Liga (349). E ancora: record di assist nella Liga, di reti nel Clasico col Real Madrid (23). Inoltre Messi, ricorda la società catalana, «è l'unico giocatore nella storia del calcio spagnolo ad aver realizzato 40 o più gol in 8 stagioni consecutive».

Frode fiscale, Messi pagherà una multa di 455mila euro
E' stata convertita in una multa da 455 mila euro la condanna a 21 mesi di carcere di Leo Messi ritenuto colpevole di frode fiscale. La procura spagnola, infatti, ha accettato la richiesta dell'argentino di convertire la pena detentiva in una pesante ammenda. Lionel Messi era stato ritenuto colpevole di evasione, per aver dirottato verso dei paradisi fiscali una cifra totale di 10,1 milioni di euro derivante dagli incassi per i diritti d'immagine nelle stagioni 2007, 2008 e 2009. Per questo motivo l'argentino aveva evaso il fisco spagnolo per un totale di 4,1 milioni di euro e, prima dell'inizio di questa lunga procedura, nel 2013 aveva già pagato 5 milioni di euro sempre per i diritti d'immagine di queste tre stagioni e degli interessi. Pagherà una multa anche il padre di Messi, Jorge Horacio, condannato a 15 mesi: per lui 180 mila euro, accusato in qualità di amministratore dei beni del figlio.