Calcio - Serie A

Donnarumma-Milan, la sola nota positiva dal ritardo del closing

L’attuale ad di Casa Milan è al lavoro per convincere Raiola a far firmare al suo assistito il rinnovo di contratto che blinderà il portiere rossonero almeno fino al 2021. Si parla di 3 milioni di euro netti l’anno a salire, non male per un diciottenne.

Il baby fenomeno del Milan Gigio Donnarumma
Il baby fenomeno del Milan Gigio Donnarumma (ANSA)

MILANO - Se esiste un solo aspetto positivo legato all’ennesimo ritardo del closing con conseguente passaggio di proprietà dell’Ac Milan agli sconosciuti cinesi di Sino-Europe Sports è che in questo modo potrebbero aumentare considerevolmente le possibilità che Mino Raiola accetti di far firmare il rinnovo di contratto con i rossoneri al suo assistito Gianluigi Donnarumma.
Ben nota è infatti la storica amicizia tra l’ex pizzaiolo italo-olandese e l’attuale amministratore delegato del Milan Adriano Galliani, così come l’idiosincrasia del procuratore più potente del pianeta nei confronti di questa misteriosa cordata che si appresta a rilevare il Milan e di cui nessuno sa nulla.

Galliani al lavoro
Venerdì scorso, sull’onda emotiva del burrascoso finale di partita allo Stadium tra Juventus e Milan, a nessuno era sfuggito il ripetuto bacio alla magia di Gigio proprio davanti ai tifosi bianconeri, quasi a sottolineare: «Sono questi i colori che amo, non certo il bianco e il nero». Oggi, a distanza di quasi una settimana, quelle positive sensazioni stanno per tramutarsi in realtà grazie al lavoro già iniziato di Adriano Galliani, pronto a sottoporre al portierone rossonero un prolungamento di contratto che lo legherà al club di via Aldo Rossi fino a giugno 2021.

Quanti avvoltoi
L’obiettivo è mettere in fuga gli avvoltoi famelici che hanno già iniziato a volteggiare sopra Milanello, sbavando su quella preda succulenta con il numero 99 sulle spalle che, in assenza di rinnovo, potrebbe liberarsi a costo zero tra poco più di dodici mesi. Della Juventus abbiamo già parlato diffusamente nei mesi scorsi, così come del Manchester United, del Chelsea, del Manchester City, del Barcellona, praticamente tutti i più grandi club del mondo. Lista a cui da oggi possiamo aggiungere anche i campioni d’Europa del Real Madrid, alla disperata ricerca di un portiere serio, vista la conclamata inadeguatezza a certi livelli del costaricano Keylor Navas. 

3 milioni a stagione
Ecco allora l’idea di Adriano Galliani: convincere subito Raiola a sottoporre al baby fenomeno rossonero il prolungamento di contratto a circa 3 milioni di euro netti l’anno a salire. Una cifra importante, probabilmente fuori mercato per un ragazzino di 18 anni, ma nello stesso tempo quasi irrisoria considerando che stiamo parlando di un autentico fuoriclasse che già adesso potrebbe valere solo di cartellino una cifra vicina ai 100 milioni di euro. E allora auguriamoci che l’amicizia tra Galliani e Raiola possa portare al rinnovo di contratto per Gigio Donnarumma. Non che una firma su un pezzo di carta possa tenere lontano il portierone rossonero da tutte le lusinghe che continueranno ad arrivare sul tavolo del suo procuratore, ma almeno il Milan non rischierà di perdere a parametro zero il talento più puro sbocciato a Milanello dai tempi di Baresi e Maldini.