7 dicembre 2019
Aggiornato 16:00

Milan: Vangioni, Ely e Luiz Adriano ai saluti finali

Attesa per la giornata di oggi le visite mediche di Luiz Adriano allo Spartak Mosca, a quel punto il brasiliano firmerà con la sua nuova squadra. Galliani lavora anche alla cessione - in prestito - di Ely e Vangioni. Si parla di uno scambio di prestiti tra Milan e Genoa, con i due difensori rossoneri da Juric e Laxalt alla corte di Montella.

MILANO - L’operazione sfoltimento della rosa in casa Milan entra nel vivo. Praticamente conclusa la cessione - più opportuno definirlo il regalo - di Luiz Adriano allo Spartak Mosca. L’attaccante brasiliano ha messo tutti d’accordo: il Milan che si libererà del suo contratto oneroso da quasi 5 milioni di euro netti l’anno fino al 2020, lo Spartak Mosca che si ritroverà gratuitamente un centravanti che a quelle latitudini (9 stagioni allo Shakhtar Donetsk, con 266 presenze e 128 reti segnate) ha già dimostrato di poter essere decisivo.

In giornata sono attese le visite mediche del calciatore di Porto Alegre, dopodichè saranno apposte le firme sul nuovo contratto e la maglia numero 7 del Milan sarà di nuovo libera.

Laxalt, idea Milan

Ma i tentativi di Galliani di svuotare qualche altro armadietto a Milanello, malgrado l’ad rossonero sia in Brasile a «lavorare» per il club, non si fermano qui. 

In rampa di lancio ci sono anche due difensori sudamericani, il centrale italo-brasiliano Rodrigo Ely e il terzino mancino argentino Vangioni. Soprattutto per quest’ultimo pare siano arrivate parecchie richieste al Milan (Siviglia, Olympique Marsiglia e New York Red Bull) ma una voce che ricorre con insistenza vorrebbe i due rossoneri in direzioni Genova, magari per ripercorrere le gesta proficue di Niang e Suso, entrambi rinati dopo sei mesi di cura genoana.

Si parla addirittura di una scambio di prestiti tra il Milan e il club di Preziosi, con Ely e Vangioni sotto la Lanterna e l’esterno Laxalt alla corte di Montella.