15 dicembre 2019
Aggiornato 00:30

Milan, Mirabelli al lavoro: Keita, Badelj e Süle nel mirino

Malgrado lo slittamento del closing, il futuro ds rossonero continua a lavorare senza sosta in cerca dei profili giusti per rilanciare il club di via Aldo Rossi. Avviati i discorsi relativi a Badelj e Keita, piaccono anche Bernardeschi e De Vrij. In Bundesliga seguiti Süle e Dahoud.

MILANO - Il tour infinito del futuro direttore sportivo del Milan cinese, Massimiliani Mirabelli, continua senza sosta. Prossima tappa lo stadio Olimpico di Roma dove domenica sera si affronteranno Lazio e Fiorentina. Comprensibile visto che i primi due obiettivi del mercato rossonero, Keita e Badelj, appartengono proprio a biancocelesti e toscani. Ma a stuzzicare la fantasia dell’osservatore rossonero potrebbero esserci almeno altri due nomi, questi invece per l’estate visto che si tratterebbe di colpi piuttosto impegnativi dal punto di vista economico: il difensore olandese in forza alla Lazio De Vrij e l’attaccante fiorentino Federico Bernardeschi.

Pericolo asta

Tornando alla stretta attualità, secondo fonti vicine alla società viola, sembra che la dirigenza gigliata sia entrata nell’ordine di idee di cedere a gennaio il regista croato Badelj, consapevole del rischio di perderlo gratis tra dodici mesi. La cifra pretesa dal ds viola Corvino è sui 10-12 milioni, raggiungibile dal Milan in caso di cessione di Carlos Bacca al Siviglia, ma preoccupa l’invasione di campo dell’Inter di Suning. La speranza della Fiorentina, memore di quanto accaduto 18 mesi fa con il caso Kondogbia, è quella di dar vita ad un’asta sanguinosa per i due club milanesi, in modo da far lievitare in maniera esponenziale il prezzo del centrocampista.

Rottura Keita-Lazio

Per quanto riguarda Keita, ormai i rapporti tra la dirigenza biancoceleste e il senegalese classe ’95 sono ridotti ai minimi termini. Qualcuno addirittura insinua che dietro il rifiuto del ragazzo alla proposta di rinnovo di Lotito ci sia proprio il Milan. L’unica cosa certa è che l’attaccante laziale ha sparato alto, proprio per sentirsi rispondere «no, grazie». E Massimiliano Mirabelli, da sempre un grandissimo estimatore del ragazzo cresciuto nelle giovanili del Barcellona, tiene sotto controllo la situazione con pazienza certosina.

Occhio in Bundesliga

Ma il futuro del mercato rossonero non sembra circoscritto alla nostra serie A. Secondo quanto riferito da Premium, Massimiliano Mirabelli avrebbe messo sotto osservazione due talenti della Bundesliga: il centrocampista Mahmoud Dahoud del Borussia Mönchengladbach, in scadenza di contratto giugno 2018, e Niklas Süle, difensore tedesco dell’Hoffenheim, già noto alle cronache sportive per alcune frasi poco carine sui due club milanesi diffuse di recente: «Per me però un trasferimento in Italia non avrebbe senso, Milan e Inter hanno perso quella magia che li contraddistingueva. In passato hanno avuto grandi giocatori, però sono in calo. Per uno che viene  dalla Bundesliga sarebbe un passo indietro, Preferirei la Premier inglese».