15 dicembre 2019
Aggiornato 10:30

Chiellini: «Consapevoli degli errori»

Il difensore della Juventus dopo la sconfitta contro il Genoa: «L'obiettivo di tutti noi è migliorarsi e tentare di trovare il positivo anche dalle giornate storte come quella di ieri». Intanto Dani Alves tranquillizza i tifosi: «Grazie a tutti torno presto».

GENOVA - Dopo la sconfitta contro il Genoa di domenica scorsa Giorgio Chiellini, suona la carica. Il difensore bianconero, ai microfoni di Sky Sport, ha spiegato che il ko, non lascerà segni nel morale del gruppo: «Ci siamo confrontati come facciamo dopo tutte le partite, l'obiettivo di tutti noi è migliorarsi e tentare di trovare il positivo anche dalle giornate storte come quella di ieri. Siamo consapevoli degli errori che abbiamo fatto ma è importante ora andare avanti e crescere per arrivare a essere in primavera una squadra pronta e fatta, per giocarsi tutti i traguardi». La Juventus è attesa da un dicembre con tanti impegni difficili, dove in campionato sfiderà l'Atalanta, poi il derby con il Torino, la Roma e la sfida di Champions contro la Dinamo Zagabria per assicurarsi il primo posto nel girone.

Dani Alves tranquillizza i tifosi
Dopo aver conosciuto l'entità dell'infortunio, frattura composta del perone sinistro, per il quale serviranno tre mesi di stop, Dani Alves torna a parlare dell'incidente occorso nella sfida di campionato contro il Genoa:frattura composta del perone sinistro. «Grazie a tutti per i messaggi di sostegno e affetto - si legge nel post sul proprio profilo Instagram -. Purtroppo la nostra professione include il rischio di questo tipo di infortuni. Vorrei chiarire a tutti i miei amici e familiari che non è così grave come si vede. Tornerò come sempre, vivendo il mio mestiere con l'impegno che mi ha portato a realizzare una carriera lunga e piena di successi. Non so farlo in altro modo.. Grazie mille per il vostro affetto e a presto».

Si ferma anche Bonucci
Lungo stop anche per Bonucci che ha rimediato una distrazione muscolare alla coscia sinistra. Per lui due mesi per rientrare.