10 dicembre 2019
Aggiornato 00:00

Rosberg, che pole! Red Bull in prima fila, disastro Ferrari

Un giro straordinario nella fase decisiva delle qualifiche consente al tedesco della Mercedes di imporre ben mezzo secondo di distacco a tutti gli avversari. Solo terzo il compagno di squadra Lewis Hamilton, Sebastian Vettel è ultimo

Nico Rosberg in azione a Singapore
Nico Rosberg in azione a Singapore Mercedes

SINGAPORE – Un giro straordinario regala a Nico Rosberg la pole position del Gran Premio di Singapore: 1:42.584 lo stratosferico crono che il tedesco è riuscito a staccare nella fase finale e decisiva delle qualifiche. Nel momento che più contava, ha ottenuto il massimo vantaggio del weekend: ben mezzo secondo su Daniel Ricciardo, che ha portato la sua Red Bull in prima fila. Battuto il leader del Mondiale Lewis Hamilton, che riesce a strappare il terzo posto a Max Verstappen per appena 40 millesimi. Delude la quinta posizione di Kimi Raikkonen, che sembrava potersi affacciare anche alla prima fila, davanti al sorprendente Carlos Sainz su Toro Rosso. Qualifiche disastrose quelle di Sebastian Vettel, che chiude con l'ultimo tempo. Il ferrarista è sceso in pista nella prima eliminatoria con la monoposto visibilmente guasta (le ruote anteriori si sollevevano in curva), probabilmente a causa della rottura della barra antirollio, secondo quanto ha comunicato prontamente al muretto box. Seb ha comunque provato a portare a termine un giro lanciato, ma è stato più lento di oltre quattro secondi: quindi, dopo essersi lamentato via radio («È stupido, stiamo solo perdendo tempo»), non ha avuto altra scelta che rientrare nel garage e uscire dalla macchina gettando via i guanti in segno di frustrazione. Domani alle 14 il via della gara.