22 febbraio 2020
Aggiornato 18:00
Settima gara in MotoGP per il pilota nipponico

Nakasuga sulla terza Yamaha ufficiale nel GP del Giappone

Il collaudatore della casa dei Diapason, plurivincitore del titolo Superbike giapponese e della 8 Ore di Suzuka, sarà nuovamente schierato come wild card a fianco di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo nella sua gara di casa a Motegi

Valentino Rossi in azione a Silverstone
Valentino Rossi in azione a Silverstone Yamaha

ROMA – Anche quest'anno, per la quinta edizione consecutiva, il pilota giapponese Katsuyuki Nakasuga sarà schierato come wild card al via del suo Gran Premio di casa, in Giappone, dal team ufficiale Yamaha, a fianco di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Il quattro volte campione della Superbike giapponese, nonché vincitore con la casa dei Diapason delle ultime due edizioni della superclassica 8 Ore di Suzuka (quest'anno in equipaggio con Pol Espargaro e Alex Lowes) farà la sua settima apparizione in MotoGP: il suo miglior risultato risale al 2012, quando si piazzò secondo. L'obiettivo principale di questa decisione del team Yamaha è quello di valutare i risultati dello sviluppo della M1 sul campo di gara, da parte del collaudatore e pilota di sviluppo della squadra. «L'anno scorso ho aggiornato il mio miglior risultato nel Gran Premio del Giappone arrivando ottavo – ricorda il 35enne di Fukuoka – e sono riuscito a mostrare quanto fossimo migliorati io e la YZR-M1. Quest'anno prenderò di nuovo parte alla gara nell'ambito dei miei impegni di sviluppo della moto, ma anche prendendola come una chance, unica nell'anno, di dare il massimo e mettere alla prova le mie abilità contro i migliori piloti del mondo. L'anno scorso in gara sono riuscito a lottare contro Pol Espargaro e Bradley Smith, miei compagni di squadra alla 8 Ore di Suzuka, e quest'anno il mio obiettivo è di essere nella posizione di riuscirci ancora. Rendiamo questo Gran Premio del Giappone incredibile».