27 febbraio 2020
Aggiornato 23:30
Calciomercato-Milan

Milan: tutto su Rodrigo Caio, il nuovo Thiago Silva

Si stanno delineando le strategie rossonere per quanto riguarda la difesa: ora il primo obiettivo č Rodrigo Caio, il nuovo Thiago Silva, ma per gennaio. Il difensore brasiliano, che sta per prendere il passaporto comunitario, potrebbe arrivare dal San Paolo nella prossima finestra di mercato.

MILANO - Lo ripetiamo da giorni, non sarà questa la sessione di mercato che regalerà ai tifosi del Milan i colpi tanto attesi. C’è da aspettare il versamento alla Fininvest degli 85 milioni, seconda tranche della caparra, e soprattutto il tanto atteso closing, momento della svolta definitiva che vedrà il passaggio di consegne da Silvio Berlusconi alla nuova cordata di imprenditori cinesi e soprattutto da Adriano Galliani al nuovo ad Marco Fassone.

Difensore olimpico

Nel frattempo si cerca di tirare la carretta nel miglior modo possibile, garantendo al tecnico Montella il minimo indispensabile per affrontare l’imminente inizio del campionato, ma con un occhio attento alle possibili evoluzioni del mercato da gennaio in avanti. È in quest’ottica che il Milan avrebbe messo nel mirino il difensore brasiliano Rodrigo Caio, considerato nel suo paese il vero erede di Thiago Silva. Già seguito con attenzione dalla Lazio, il classe ’93 del San Paolo, protagonista in questi giorni con la nazionale del suo paese alle Olimpiadi di Rio De Janeiro (il Brasile, con Neymar e Gabigol è in finale contro la Germania), potrebbe rappresentare il compagno ideale di Alessio Romagnoli per il futuro rossonero e sono in tanti a vedere in questa coppia una replica aggiornata del leggendario duo milanista formato da Thiago Silva e Nesta.

Tecnico e comunitario

Non altissimo (appena 1,82, standard tutt’altro che rilevante per la categoria) proprio come il difensore centrale del Paris Saint Germain, Rodrigo Caio oltre ad una tecnica sopraffina che ne fa uno dei centrali più eleganti in circolazione ha un altro plus importante: sta per diventare comunitario, aspetto particolarmente rilevante per il Milan che con Josè Sosa e Gustavo Gomez ha occupato entrambi gli slot disponibili. L’obiettivo della dirigenza rossonera è convincere il San Paolo a cedere il suo gioiellino con la promessa di lasciarlo in Brasile fino a gennaio. La missione per il nuovo Thiago Silva è appena cominciata.