26 settembre 2020
Aggiornato 17:00
Così la gara al Red Bull Ring

Iannone-Dovizioso, doppietta Ducati. Dietro Lorenzo e Rossi

Le Desmosedici GP dominano il Gran Premio d'Austria e tornano al successo dopo sei anni. Il Maniaco sale sul gradino più alto del podio per la prima volta in carriera, davanti al compagno di squadra e a Por Fuera

ZELTWEG – Trionfo Ducati nel Gran Premio d'Austria. Come da pronostici, sono le Desmosedici GP a fare la differenza sul Red Bull Ring, tanto da meritarsi una strepitosa doppietta: Andrea Iannone vince la sua prima gara in MotoGP, davanti al suo compagno di squadra Andrea Dovizioso. Per la Rossa di Borgo Panigale si tratta del ritorno al successo a sei anni dall'ultima volta (Phillip Island 2010 con Casey Stoner). A completare il podio è la Yamaha, ma quella di Jorge Lorenzo, che riesce a stare davanti a Valentino Rossi. Solo quinto il leader del Mondiale Marc Marquez, mentre alle sue spalle chiude la Suzuki con Maverick Viñales.

L'andamento della gara
I primi giri sono tutti di bagarre, con il gruppetto dei sei in testa che se le dà di santa ragione. La leadership del poleman Iannone dura poco, fino a quando il suo compagno di squadra Dovizioso eredita il testimone della staffetta da lui e si porta davanti a tutti. Ma il Maniaco sta solo amministrando: nell'ultimo terzo di gara, infatti, sferra l'attacco decisivo con una splendida staccata alla curva 8 e torna in testa. Alle spalle delle due Ducati tengono botta solo le Yamaha, con Lorenzo passato davanti a Valentino Rossi a inizio gara grazie a un lungo del Dottore, che fa buona guardia del terzo posto.