28 settembre 2020
Aggiornato 00:00
MotoGP | Austria

Valentino Rossi: «Mondiale aperto, KTM impressionante»

Il Motomondiale si è trasferito in Austria per il primo dei due GP che si svolgeranno a Spielberg, circuito di casa della KTM, che spera di confermarsi dopo il successo di Binder a Brno

Il pilota della Yamaha, Valentino Rossi
Il pilota della Yamaha, Valentino Rossi ANSA

«Credo che il Mondiale sia molto aperto per tutti i piloti. Non solo perchè alcuni sono in difficoltà, per esempio pensiamo a Dovi o all'infortunato Marquez, anche perchè i risultati sono molto legati alle gomme. I primi 10-15 sono molto vicini. In un weekend tutto può cambiare dal mattino al pomeriggio, tutto è possibile e questo può essere molto divertente...». Così Valentino Rossi alla vigilia del prossimo appuntamento.

Il Motomondiale si è trasferito in Austria per il primo dei due GP che si svolgeranno a Spielberg, circuito di casa della KTM, che spera di confermarsi dopo il successo di Binder a Brno. «Miglioramenti impressionanti dalla Ktm - continua Rossi - Credo che senza la caduta di Espargarò avrebbe potuto fare 1-2, qui sono i favoriti per esempio Oliveira nel 2019 qui ha fatto molto bene. Hanno almeno 3 piloti in ottima forma, possono sicuramente lottare per il Campionato».

Rossi parla anche di Misano aperta al pubblico: «Non è possibile immaginarla senza... Se ne è già parlato, sappiamo che sta salendo l'attesa. Sarebbe un elemento positivo anche per cercare di tornare alla normalità».

Udienza Tas Iannone slitta a 15 ottobre

L'udienza del Tribunale arbitrale dello sport sul caso Andrea Iannone, squalificato per 18 mesi dalla Federmoto internazionale, slitta al 15 ottobre. «La Wada è riuscita a ottenere uno slittamento dell'udienza e questo mette in difficolta' sia noi che il pilota - ha osservato Massimo Rivola, Ceo di Aprilia Racing, ai microfoni di Sky Sport - Come ci organizzeremo? E' ovvio che dobbiamo pensare a una strategia per non perdere opportunità, ma la nostra volonta' resta quella di aspettare il pilota perche' crediamo nell'innocenza di Andrea».

Iannone era risultato positivo al controllo antidoping effettuato lo scorso 3 novembre in Malesia, vittima di una contaminazione alimentare: nonostante questo, la Wada e' intenzionata a chiedere al Tas di inasprire la pena e punire il pilota italiano con 4 anni di stop.

Sì a deroga pubblico presente a Misano

Diecimila persone al giorno per il doppio MotoGP a Misano (Rn). La Regione Emilia-Romagna, con un'Ordinanza firmata dal presidente Stefano Bonaccini, concede la prima deroga al numero massimo di spettatori previsti per impianti all'aperto, 1.000, laddove per eventi di portata nazionale e internazionale gli spazi dell'impianto possano permettere una maggiore affluenza. L'opportunità era prevista da una precedente Ordinanza regionale in base all'applicazione di determinate misure anti-Covid, dal distanziamento agli accessi alla sanificazione, sino ai controlli fuori dalla struttura.

La Regione, a seguito di un'istruttoria eseguita dalla Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare, ha valutato che gli organizzatori (società Santa Monica di Misano Adriatico) hanno svolto un lavoro aderente alle normative, utile a preparare varie possibilità sull'affluenza a Misano World Circuit, mostrando attenzione ai protocolli e garantendone l'applicazione rigorosa in vista dei due importanti appuntamenti: il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini (11-13 settembre 2020) e il Gran Premio dell'Emilia-Romagna e della Riviera di Rimini (18-20 settembre 2020).

La deroga di fronte agli ampi spazi all'aperto disponibili - furono 160.000 gli spettatori complessivi lo scorso anno -. Ai presenti sugli spalti si aggiungeranno altre 3.000 persone impegnate per l'organizzazione e nell'assistenza ai team, che alloggeranno in Riviera. Il «Marco Simoncelli» ha una capienza omologata per circa 110.000 persone, delle quali oltre 40.000 in tribuna. Saranno previsti parcheggi e accessi dedicati per le varie tribune, con un imponente spiegamento di steward per il controllo dei comportamenti all'esterno e all'interno dell'impianto. Precluso l'accesso ai prati.

Il gestore conserverà per almeno 14 giorni copia degli elenchi nominativi di coloro che hanno acquistato i biglietti, rendendoli disponibili su richiesta alle strutture sanitarie in caso di necessità di svolgere attività di contact-tracing.