17 giugno 2019
Aggiornato 20:30

Milan, addio con rammarico a El Shaarawy

L’attaccante azzurro è stato definitivamente riscattato dalla Roma per la somma pattuita già a gennaio di 13 milioni di euro. Il Milan ringrazia ma deve fare i conti con un trittico di operazioni con i giallorossi (lo stesso El Shaarawy, Romagnoli e Bertolacci) decisamente insoddisfacenti.

MILANO - «Stephan Caro, lo avevamo fatto un anno fa e lo rifacciamo adesso in via definitiva, ma non è un atto dovuto». Inizia così la lettera d’addio scritta dal Milan al piccolo faraone, al secolo El Shaarawy, riscattato definitivamente dalla Roma nel giorno più lungo dell’anno, quello del solstizio d’estate.

Era già tutto previsto, per carità, nessuna sorpresa. Ma in fondo in fondo c’era tra i tifosi rossoneri chi sperava in un improvviso ripensamento del club giallorosso, alla luce anche delle annunciate difficoltà della Roma in tema di FairPlay finanziario. 

Scambio poco equo

Invece nulla. El Shaarawy continuerà la sua carriera all’ombra del Colosseo e il Milan potrà consolarsi con i 13 milioni che Pallotta verserà nelle casse del club di via Aldo Rossi. A volerla dire tutta, ben poca cosa pensando a quanto pochi mesi fa il lungimirante amministratore delegato rossonero aveva pagato per portare a Milanello Romagnoli e Bertolacci: ben 45 milioni in due. Una cifra che stride enormemente - soprattutto alla luce del valore dimostrato dai ragazzi - con quanto richiesto invece alla Roma per l’attaccante azzurro.

«Grazie Stephan»

Ma tant’è, ormai è fatta e per il Milan è tempo di saluti: «Noi, tu e il Milan, ci siamo voluti tanto bene, ed è per questo che desideriamo ringraziarti ancora, non solo per la dedizione e l’impegno che hai sempre profuso con la nostra maglia, ma anche per come hai vissuto a distanza il tuo rapporto, con noi, con assoluta correttezza e affetto, anche durante questo anno di prestito. E in cambio hai già ottenuto, nello scorso mese di Maggio durante Milan-Roma a San Siro, una riprova del posto che occupi nel cuore dei nostri tifosi. È così anche per tutti noi della Società. Ti auguriamo ogni successo per il prosieguo della tua carriera. Sia a livello di Club che con la maglia azzurra della Nazionale italiana».

17 milioni totali

Per dovere di cronaca vale la pena sottolineare che il Milan, alla fine della fiera, ha incassato dalla cessione a tre ondate di Stephan El Shaarawy (sono state necessarie ben tre sessioni di mercato per perfezionare la vendita del Faraone) un totale di 17 milioni di euro, la somma dei 2 milioni ricevuti dal Monaco per il prestito di un anno fa, la medesima cifra per il prestito oneroso alla Roma a gennaio e per concludere i 13 milioni versati adesso dai giallorossi per il riscatto.