20 novembre 2019
Aggiornato 15:30

Marquez cerca un altro sgambetto a Rossi e Lorenzo

Il campione del mondo uscente ha vinto la scorsa settimana in Australia e anche un anno fa in Malesia, dove si correrà il Gran Premio di questa domenica. E sembra decisamente averci preso gusto...

SEPANG – Dopo l'entusiasmante vittoria di Phillip Island, Marc Marquez non si ferma. Anzi, punta subito ad una rapida doppietta già questa domenica nel Gran Premio di Malesia. Mentre gli occhi dei tifosi e degli addetti ai lavori saranno tutti puntati sul penultimo atto della sfida per il Mondiale MotoGP tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, divisi da soli undici punti, il campione uscente, terzo in classifica generale, continua a giocare un ruolo fondamentale nel risultato finale di questa battaglia, inserendosi nelle prime posizioni e dunque rovinando i piani del duo Yamaha. «Dopo la meravigliosa vittoria in Australia siamo pronti per scendere in pista in Malesia – anticipa il pilota spagnolo della Honda – Speriamo di continuare questo momento positivo per il mio team e chiudere la stagione in bellezza. Sul circuito di Sepang abbiamo svolto molti test: si tratta di una pista che mi piace, dove la nostra moto tende a funzionare bene. Come sempre, azzeccare il migliore assetto sarà cruciale, specialmente in frenata, dunque dovremo lavorare sodo fin dal venerdì e dal sabato per prepararci alla gara».

Pedrosa rivuole il podio
In quella meravigliosa battaglia a quattro per il successo in Australia tra Marquez, Lorenzo, Iannone e Rossi, che ha regalato agli appassionati uno dei Gran Premi più spettacolari dell'ultimo decennio, invece, il suo compagno di squadra Dani Pedrosa non si è riuscito a inserire. Il secondo pilota della casa giapponese ha chiuso quinto, un risultato che definisce non del tutto negativo, ma che comunque gli lascia in bocca la fame di tornare sul podio già dalla corsa malese. «Sono ragionevolmente contento del risultato di Phillip Island – conferma Pedrosa – ma ora ci aspetta Sepang e spero di rientrare nelle prime tre posizioni. Ovviamente conosciamo tutti questa pista molto bene dai test che ci abbiamo svolto l'anno scorso e sappiamo quanto sia fisicamente impegnativa, a causa del meteo intenso. Questa pista ha un po' di tutto: curve veloci e lente, brusche frenate e lunghi rettilinei. Perciò sarà importante azzeccare il giusto assetto per darci la migliore chance in vista di domenica». Anche il palmares delle ultime edizioni, del resto, lascia ben sperare il duo della Honda: Marc Marquez vinse a Sepang un anno fa, mentre Dani Pedrosa in quell'occasione fu vittima di un incidente, ma qui ottenne due successi consecutivi nel 2012 e 2013. Quest'anno, però, dovranno fare i conti con i duellanti della volata iridata...