28 settembre 2021
Aggiornato 18:00
MotoGP

Rivoluzione Yamaha da Misano: Morbidelli in ufficiale, Dovizioso con Rossi

L’ufficialità arriva dal Lin Jarvis, capo del team Yamaha MotoGP: il pilota romano affiancherà Quartararo e i due faranno coppia anche nel 2022. Per Dovi un rientro al top

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli Sepang Racing Team

Il mercato piloti è in fermento. Yamaha ha infatti ufficializzato il raggiungimento dell'accordo con Franco Morbidelli per la stagione 2022 e, visto l'allontanamento di Vinales dal team, anche per il finale di stagione 2021. «Non ci sono ancora le firme, ma appena Morbidelli tornerà dall'infortunio sarà già un nostro pilota» ha ammesso Lin Jarvis, managing director di Yamaha. Anche Andrea Dovizioso tornerà in MotoGP, sponda SRT (ex Petronas): «Arriverà per il finale di stagione, c'è l'accordo per il 2022».

Jarvis si è detto soddisfatto dell'accordo raggiunto per Morbidelli: «Fino ad oggi non abbiamo firmato nulla, ma abbiamo l'accordo con VR46 e Morbidelli. Per l'anno prossimo sarà un pilota ufficiale Yamaha, ma era già previsto, con la situazione di Vinales può venire da noi prima. Quando tornerà a Misano sarà già un pilota ufficiale del team factory».

Su Dovizioso ha poi aggiunto: «Abbiamo raggiunto l'accordo con lui e il manager, dobbiamo gestire i contratti e tutto ma Andrea sarà il pilota Petronas per le prossime gare e c'è anche l'accordo per il 2022 per il team che non possiamo chiamare così, ma comunque SRT».

Simone Battistella, manager di Dovizioso, ha svelato: «Andrea è riuscito a fare quello che voleva in questo anno, si è rilassato e goduto una vita diversa rispetto agli ultimi vent'anni. Lui si sente di correre se ci sono le condizioni per poter vincere, il resto è un dettaglio meno importante. Avere comunque una moto ufficiale è una buona opportunità. Questa occasione è venuta fuori poco prima di Assen, ma avevo avuto la sensazione che potesse succedere qualcosa di importante. Il tutto è avvenuto grazie a quanto successo in Austria e l'addio di Petronas, ma quando hai un pilota che è sempre andato forte tutto è più semplice».

Gp Gran Bretagna, Espargaro in pole position

Pol Espargaro conquista a sorpresa la pole del GP di Gran Bretagna di MotoGP. Lo spagnolo della Honda segna il tempo di 1'58"889 e precede la Ducati di Francesco Bagnaia di 22 millesimi e la Yamaha di Fabio Quartararo di 36. Jorge Martin con un tempo surreale, aveva realizzato il miglior tempo, ma realizzato dopo aver tagliato la curva 8: cancellazione del crono e retrocessione dello spagnolo della Ducati Pramac al quarto posto. Buon ottavo tempo per Valentino Rossi con la Yamaha SRT a 0.642 dalla vetta.