16 ottobre 2019
Aggiornato 06:30

Abete: Tolleranza zero, i processi sportivi saranno rapidi

Il Presidente della Figc: Entro fine aprile i primi deferimenti

ROMA - «Tolleranza zero e processi sportivi in tempi rapidi per fare pulizia e individuare tutte le responsabilità». Lo auspica il presidente della Figc, Giancarlo Abete, dopo gli ultimi clamorosi sviluppi dello scandalo legato alle scommesse nel mondo del calcio che hanno portato all'arresto dell'ex giocatore del Bari Andrea Masiello.

Entro fine aprile i primi deferimenti - «Entro fine aprile - precisa Abete - arriveranno i primi deferimenti della Procura federale sul filone dell'inchiesta della Procura della Repubblica di Cremona e sono già programmate nuove audizioni. Ma alla luce dei clamorosi sviluppi di queste ore, la Figc e il mondo del calcio hanno un forte interesse perché al più presto - nel rispetto delle esigenze istruttorie della magistratura inquirente - la Procura della Repubblica di Bari possa trasferire e mettere a disposizione del procuratore federale gli atti dell'inchiesta, in modo da approfondire tutti gli aspetti che riguardano anche violazioni delle norme del Codice di Giustizia sportiva».