24 ottobre 2019
Aggiornato 06:30

Matteo Salvini: «Conte ha interesse a controllare i Servizi, non so perchè»

L'ex Ministro dell'Interno e leader della Lega: «Il Premier ha fatto nomine senza interpellare nessuno, non positive»

Il Premier Giuseppe Conte con l'ex Ministro dell'Interno Matteo Salvini
Il Premier Giuseppe Conte con l'ex Ministro dell'Interno Matteo Salvini ANSA

ROMA - «Giuseppe Conte si è tenuto la delega ai servizi segreti, evidentemente l'avvocato del popolo ha interesse a controllare i servizi, non so se per motivi esterni o interni». Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, in un forum nella redazione al Corriere dell'Umbria. «Nella gestione dei servizi segreti - ha aggiunto -, un tema delicato, complesso, strategico, su alcune nomine non utili per la difesa dell'interesse nazionale non ha mai interpellato nessuno e non credo che siano positive. Chi lavora nel comparto dell'Intelligence è rimasto esterrefatto da alcune nomine».

«Nomine senza informare nessuno»

Sul caso dei presunti incontri tra il ministro della Giustizia statunitense William Barr e i capi dei servizi segreti italiani, scritto dal «Corriere della Sera», Salvini ha detto che il Premier non lo aveva informato. «Assolutamente zero - ha assicurato - l'ho letto oggi sul Corriere della Sera. Certo ero Ministro dell'Interno e vicepremier... ho scoperto poi che non gli stavo simpaticissimo».