14 novembre 2019
Aggiornato 21:30

L'annuncio di Fiano: «Tra 3-4 giorni daremo un Governo al paese»

Il Deputato del PD: «Programma nelle mani di Conte. Caso Di Maio? Non credo che sia ancora stato risolto, ma secondo me si risolverà»

Emanuele Fiano, Deputato del PD
Emanuele Fiano, Deputato del PD ANSA

ROMA - «Oggi c'è stata una schiarita anche se queste sono state giornate simili a una gita sull'ottovolante. Stasera e oggi c'è stato un incontro positivo sul programma che noi abbiamo elaborato e poi confrontato con la delegazione del M5S». Lo ha affermato, parlando della formazione del nuovo governo, il deputato del Partito Democratico, Emanuele Fiano intervenendo a La Piazza, la kermesse organizzata da Affaritaliani.it a Ceglie Messapica, Brindisi. «La questione del programma è ora nelle mani del presidente incaricato Conte e poi c'è il tema della squadra ma rimango ottimista». Quanto ai tempi della formazione dell'esecutivo, Fiano ha affermato: «Conte potrebbe sciogliere la riserva tra lunedì e martedì».

«Entro 3 o 4 giorni daremo un Governo al paese»

E la questione della vicepresidenza del Consiglio a Luigi Di Maio? «Non credo che sia ancora stato risolto, ma secondo me si risolverà». Si potrebbe andare a un governo senza vicepremier? «Le trattative di qualsiasi tipo si concludono sempre negli ultimi cinque secondi. Penso che si debba prima comporre tutto il quadro lasciando quella questione per ultima. D'altronde non ci sono alternative: il nome del presidente del Consiglio è stato proposto dal M5S e loro hanno avuto fermezza sui punti essenziali del programma. Che poi il Pd non possa avere la figura accanto al premier mi pare troppo. Ma le notizie che arrivano dall'incontro tra Conte e Mattarella sono positive». Secondo Fiano «nei prossimi tre o quattro giorni daremo un governo al Paese».

50% della delegazione del PD sarà composta da donne

Fiano infine annuncia che «nel governo ci saranno molte donne e il 50% della delegazione del Pd sarà composta proprio da donne. Chiediamo anche al M5S di fare la stessa cosa. C'è la volontà di Zingaretti e di Conte, nel nuovo governo ci saranno molte novità», conclude Fiano.

Parrini: «Salvini smetta di mentire»

«Salvini continua imperterrito a mentire. Dice che non si può escludere il primo partito dal governo. A parte che in una democrazia parlamentare chiunque abbia una maggioranza nelle camere è perfettamente titolato a governare, ricorderei al Gradasso che la Lega è arrivata terza, per numero di voti, nelle ultime elezioni per il Parlamento, le uniche che fanno testo per questi discorsi.Salvini ci risparmi per favore scempiaggini di questa portata». Lo scrive su Facebook il senatore Pd Dario Parrini